Sei in Archivio

MERCOLEDI' 6 MARZO

Salvini: "A scuola i bimbi non vaccinati fino a 6 anni". I presidi dicono no

06 marzo 2019, 20:11

Salvini:

Salvini scrive alla ministra della Salute Grillo per chiedere un decreto che consenta di far restare a scuola i bimbi non vaccinati fino a 6 anni. L’obiettivo, scrive il leader della Lega, è di garantire la permanenza nel ciclo della scuola dell’infanzia. Evitiamo traumi ai più piccolì. No dei presidi. 'C'è il tea della salute, no ai bambini di serie A e B', dice il presidente dell’associazione dei dirigenti scolastici Giannelli. Mentre la responsabile M5s della sanità afferma che 'l'intento comune è di superare la legge Lorenzin sui vaccini obbligatori, che riteniamo abbia alcune importanti lacunè.

VERTICE A OLTRANZA SULLA TAV, RESA DEI CONTI NEL GOVERNO
CONTE, 'PRENDEREMO IL TEMPO CHE SERVE'. M5S SI GIOCA TUTTO

Vertice di governo a oltranza sulla Tav. Sotto il pressing della Lega, arriva la notte della resa dei conti nella maggioranza. Ma Conte frena: 'Prenderemo il tempo che ci serve per la decisione migliorè, dice. Ma il M5s si gioca tutto sullo stop alla Torino-Lione. 'Sicurissimo che il progetto resterà fermo per annì è il sottosegretario alla presidenza Buffagni.

REDDITO SENZA CODE, 35MILA DOMANDE ALLE POSTE E ONLINE
ESULTA DI MAIO. NO DEI VESCOVI: C'E' UN RISCHIO ENORME

Primo giorno senza code per il Reddito di cittadinanza. A metà giornata alle Poste sono arrivate 29mila richieste e 6mila persone hanno inviato i moduli online, mentre ai Caf l’affluenza è stata 'sostenuta, ma senza assaltì. 'Nessun intoppo. Abbiamo visto le facce di tante persone normali, prima invisibilì, esulta il ministro Di Maio, che cerca la mediazione con le Regioni sui navigator. A Pasqua arrivano le card. Secondo l'Inps, ci sarà 'un forte impatto sulla poverta». Mentre è netto il giudizio negativo dei vescovi italiani, che vedono un 'enorme rischio di aumentare forme di cittadinanza parassitarià. 

PRIMO SI' ALLA LEGITTIMA DIFESA, NON VOTANO 25 DEPUTATI M5S
'DONNE? A CASA', 8 MARZO CHOC DEI GIOVANI LEGHISTI DI CROTONE

Primo sì alla legge sulla legittima difesa, voluta dalla Lega. La Camera l’ha approvata con 373 voti a favore. Il testo è stato modificato e deve tornare al Senato. Il malumore nel M5s si è tradotto nell’assenza di 25 deputati che non hanno partecipato al voto sul provvedimento. 'La legge non porta il Far West’, assicura il capogruppo 5S D’Uva. Tensione nella maggioranza anche su un volantino dei giovani dl Carroccio di Crotone per l'8 marzo, secondo cui 'il ruolo naturale della donna è a casa e in famiglià. Un testo 'scioccantè che offende le donne, attaccano in una nota le ministra dei Cinque Stelle Trenta, Grillo e Lezzi. 'Non condivido certi passaggi del volantino, Lavoro per la parità uomo-donne e mamma-papa», dice Salvini.

IL CDA RAI APPROVA A MAGGIORANZA IL PIANO SALINI
NOVE MEGA-DIREZIONI E POLO ALL NEWS SENZA I TRE TG

Via libera a maggioranza del Cda della Rai al piano industriale 2019-2021 dell’Ad Fabrizio Salini. Cinque i voti a favore, contrari quelli di Rita Borioni e Riccardo Laganà. Nascono nove direzioni 'orizzontalì di contenuto, mentre, sul fronte dell’informazione, il piano prevede di mantenere autonomi i brand di punta (Tg1, Tg2 e Tg3) e di potenziare il polo all news con la creazione di una testata multipiattaforma che integri Rainews, rainews.it, TGR e Televideo.


VIOLENTATA NELLA CIRCUMVESUVIANA, FERMATI I 3 AGGRESSORI
AVEVANO GIA' TENTATO 20 GIORNI FA. LA CITTA: SONO MOSTRI

Presi i tre aggressori che hanno violentato una ragazza di 24 anni ieri sera nell’ascensore di una stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano. Gli abusi sono stati ripresi da una delle telecamere di sorveglianza. Ai tre fermati, tutti di San Giorgio, tra i 18 e i 19 anni, sono stati sequestrati i cellulari ed è stato prelevato il dna. Avevano già provato una ventina di giorni fa, nello stesso luogo, ad abusare della giovane che però era riuscita a fuggire.

E’ MORTO IL BIMBO CADUTO DAL CARRO DI CARNEVALE A BOLOGNA
ERA DA IERI IN CONDIZIONI GRAVISSIME ALL’OSPEDALE MAGGIORE

Non ce l’ha fatta il bimbo di due anni e mezzo caduto dal carro di Carnevale durante una sfilata in centro a Bologna. Il piccolo, Gianlorenzo Manchisi, è morto questo pomeriggio all’ospedale Maggiore dove era ricoverato da ieri in gravissime condizioni. La conferma viene dall’Ausl di Bologna, mentre la famiglia chiede che sia rispettato questo momento di dolore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA