Sei in Archivio

MARTEDI' 19 MARZO

La Mare Jonio scortata in porto. Salvini: "Arrestateli"

19 marzo 2019, 20:13

La Mare Jonio scortata in porto. Salvini:

LA MARE JONIO IN PORTO SCORTATA, SALVINI: ORA ARRESTATELI
NUOVO SCONTRO SUI MIGRANTI. CONTE: RISOLVEREMO ANCHE QUESTO La nave Mare Jonio del progetto 'Mediterraneà, con a bordo 49 migranti salvati ieri, ha forzato il divieto all’ingresso nelle acque territoriali a causa delle cattive condizioni meteo ed è entrata nel porto di Lampedusa scortata dalla Gdf. Ira di Salvini: «Arrestate i responsabili». Di Maio d’accordo. La portavoce della Ong: valgono i diritti delle persone e quello internazionale, non le direttive del ministro. La Libia accusa: azione scorretta. La Procura di Agrigento indaga per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’opposizione attacca, Conte assicura: «Risolveremo anche questo». Domani sarà in Aula alla Camera per difendere la linea del governo sul caso Diciotti e ribadisce: 'Abbiamo sempre assicurato assistenza e dirittì ma non volgiamo consentire sbarchi indiscriminati.

BRACCIO DI FERRO SU CANTIERI E CRESCITA, VERSO NUOVO VERTICE
MANOVRA,  DOMBROVSKIS:  L'ITALIA RIPENSI AD OBIETTIVI DI BILANCIO

Resta forte la tensione nella maggioranza sui dossier aperti. Domani in Cdm il dl sblocca-cantieri: cinque articoli, secondo l'ultima bozza, dalle disposizioni sugli appalti alla sicurezza delle dighe. Saltano sia la sanatoria sulle mini-irregolarità, sia l’eliminazione della soglia del 30% per il subappalto. «Nessun condono, anche la Lega è contraria», chiarisce Di Maio. Nel provvedimento rientreranno alcune delle misure messe a punto dal ministro Tria per rilanciare gli investimenti pubblici. Problemi sulle coperture: il decretone torna in commissione. Per il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis l'andamento negativo dell’economia italiana «è un altro motivo perchè il governo ripensi i suoi obiettivi di bilancio».

 ROSSI LASCIA BANKITALIA: INDISPONIBILE AL SECONDO MANDATO 
FONDO SALVATAGGI NON FU AIUTO ALLE BANCHE, ABI CONTRO L’UE

Salvatore Rossi è indisponibile ad un secondo mandato da direttore generale di Bankitalia e presidente dell’Ivass e lascerà gli incarichi alla scadenza naturale, entro il 9 maggio. Il Tribunale Ue accoglie il ricorso italiano e della Popolare di Bari: non ci fu «aiuto di Stato» dal Fondo Interbancario (Fitd) alla Popolare di Bari per il salvataggio di Tercas nel 2014, bocciato dall’Antitrust Ue all’epoca. L’Abi chiede a Bruxelles i rimborsi per risparmiatori e banche danneggiati dalle conseguenze delle decisioni «non corrette» sugli altri quattro istituti italiani. Patuelli: Verstager si dimetta. 

DEPISTAGGI SU CUCCHI, RISCHIO PROCESSO PER OTTO CARABINIERI
LA SORELLA ILARIA: "CHI CI HA FATTO SOFFRIRE NE RISPONDERA'''

La Procura di Roma ha chiuso l’indagine sui presunti depistaggi relativi alla morte di Stefano Cucchi: rischiano di finire sotto processo otto carabinieri tra cui il generale Casarsa (all’epoca dei fatti capo del Gruppo Roma) e il colonnello Sabatino (ex capo del nucleo operativo di Roma). Dal capo di imputazione emerge che la catena dei falsi sulla salute di Cucchi, dopo l'arresto, sarebbe partita da Casarsa. I Pm contestano due note false su eccessiva magrezza e un malessere per droga, scritte per sviare i sospetti. Ilaria Cucchi: «Chi ci ha fatto soffrire ne risponderà, è una vittoria per noi e per la giustizia».

"ALLAH" SU UN BIGLIETTO, TORNA LA PISTA TERRORISMO A UTRECHT
NESSUN LEGAME FRA IL KILLER E LE VITTIME. UN ALTRO ARRESTO

Una terza persona è stata arrestata nell’ambito delle indagini sulla sparatoria su un tram a Utrecht che ha provocato tre vittime. Alla luce del ritrovamento di un biglietto nell’auto usata per la fuga, con la parola «Allah» scritta a caratteri cubitali, la pista del movente terroristico è presa «seriamente" in considerazione. Il fratello del killer, il 37enne Gokmen Tanis, avrebbe legami con gli estremisti turchi.

RICATTO PER FOTO OSE', 13ENNE MINACCIA IL SUICIDIO A SCUOLA
E’ STATA SALVATA DAGLI INSEGNANTI, DENUNCIATO UN QUINDICENNE

Ricattata da un quindicenne per alcune foto osè, una ragazzina di 13 anni ha meditato di suicidarsi a scuola, a Lodi. Prima di farlo ha però lasciato un bigliettino ad un’insegnante ed è stata salvata. La polizia ha scoperto come il ragazzo, a cui lei stessa aveva mandato via WhatsApp foto intime, da tempo la ricattava per non mostrarle ai genitori, ma le foto erano già circolate fra i ragazzi. Il quindicenne è stato denunciato per estorsione e diffusione di materiale pedopornografico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA