Sei in Archivio

REGGIO EMILIA

Fa uccidere il marito in Ecuador e si risposa in Italia: fermata dopo un normale controllo

Il marito, un 43enne italiano, ha avuto un malore: era ignaro di tutto

21 marzo 2019, 17:36

Fa uccidere il marito in Ecuador e si risposa in Italia: fermata dopo un normale controllo

In Ecuador aveva fatto uccidere suo marito, assoldando un sicario. Dopo la condanna definitiva nel 2017, risultava nella lista delle ricercate più pericolose del Sudamerica. Ma lei si era rifatta una vita in Italia, con un nuovo marito. La latitante, una 47enne, è stata scoperta dalla polizia a Reggio Emilia, dopo un normale controllo. 
La storia è riferita dai media reggiani. La 47enne e il nuovo marito - un 43enne italiano - stavano passeggiando a Reggio vicino a un hotel nella zona fra lo stadio e via Gramsci. Erano le due di notte: una pattuglia di passaggio ha chiesto i documenti alla coppia. Gli agenti hanno notato che la donna era nervosa: dai controlli è emerso che era ricercata per un omicidio avvenuto in Ecuador nel dicembre 2012. Secondo gli inquirenti del Paese sudamericano, lei assoldò un sicario per 30mila dollari per far uccidere il marito 44enne, raggiunto da due colpi di pistola mentre guidava un furgone su cui viaggiavano anche il figlio e un nipote). Condannata a 25 anni di carcere come mandante del delitto, la 47enne è fuggita in Italia e ha sposato un 43enne, con cui vive a Savona. L'uomo ha avuto un malore: a quanto pare era ignaro di tutto.