Sei in Archivio

LUNEDI' 25 MARZO

Battisti per la prima volta ammette: "Colpevole di 4 omicidi"

25 marzo 2019, 20:18

Battisti   per la prima volta ammette:

Cesare Battisti, l’ex terrorista dei Pac arrestato a gennaio dopo quasi 40 anni di latitanza, ha ammesso per la prima volta, davanti al pm di Milano, di essere responsabile dei 4 omicidi per cui è stato condannato: 'Mi rendo conto del male che ho fatto e chiedo scusa ai familiari delle vittimè. Tutto quello che è stato ricostruito nelle sentenze definitive sui Pac, 'corrisponde al verò, ha detto il pm, aggiungendo che l’ex terrorista ha parlato solo delle sue responsabilità. Si apre il dibattito su eventuali benefici che possano derivare dalle ammissioni. Allarme dei parenti delle vittime: 'tardivò.

BASILICATA AL CENTRODESTRA, M5S PRIMO MA CON META' DEI VOTI
BARDI PRESIDENTE AL 42,2%, LEGA ELEGGE 6 CONSIGLIERI SU 20

Anche la Basilicata va al centrodestra. '7-0', esulta Salvini, indicando le Regioni sottratte al centrosinistra nelle ultime sette elezioni. La Lega, con il 19,15%, elegge 6 consiglieri su 20 in una Regione in cui quasi non esisteva. Il M5s, che resta il primo partito con il 20,27%, tuttavia ottiene meno della metà dei voti delle Politiche di un anno fa. Il nuovo presidente, con il 42,2%, è Vito Bardi, ex generale della Guardia di Finanza, sostenuto da Lega, Fi, Fratelli d’Italia. Al secondo posto Carlo Trerotola, del centrosinistra, con il 33,11%, ad Antonio Mattia del M5s il 20,32%. 'Nessun crollo, dagli altri solo ammucchiate, il governo non rischià, dice Di Maio.

IGOR IL RUSSO CONDANNATO ALL’ERGASTOLO
AGENTE FERITO: E' UN MOSTRO, SONO FELICE

Igor il russo è stato condannato all’ergastolo. Il gup Alberto Ziroldi ha deciso il massimo della pena per il killer serbo, al secolo Norbert Feher, processato a Bologna in abbreviato per gli omicidi del barista Davide Fabbri e del volontario Valerio Verri e per altri reati. Feher, dopo una latitanza di otto mesi, è stato arrestato in Spagna a dicembre 2017 e da allora è in carcere a Saragozza. 'Sono felice che questa persona, questo mostro, sia stato condannato all’ergastolò, ha detto Marco Ravaglia compagno di pattuglia di Verri.

RAZZO SU UNA CASA A TEL AVIV, ISRAELE COLPISCE GAZA
TENSIONE IN MEDIO ORIENTE, NETANYAHU ANTICIPA IL RIENTRO

Una casa è stata colpita a nord di Tel Aviv da un razzo sparato da Gaza provocando 7 feriti. E’ la prima volta che la zona viene raggiunta da razzi palestinesi provenienti da Gaza. 'Un attacco criminale contro Israele al quale reagiremo con tutta la forzà, ha detto Netanyahu. L’esercito israeliano ha cominciato a colpire a Gaza 'obiettivi terroristici di Hamas'. In particolare è stato centrato un 'quartier generale segretò dell’intelligence di Hamas, ha riferito l’esercito. A Tel Aviv e in altre città sono stati aperti i rifugi pubblici.

XI ALL’ELISEO, MACRON INCASSA UN MAXI-ORDINE DI 300 AIRBUS
SIGLATE 14 INTESE. "MA L’UE PREOCCUPATA PER I DIRITTI UMANI"

Il presidente francese Macron ha espresso al presidente cinese Xi 'la preoccupazione della Francia e dell’Europa per i diritti umani e le libertà individuali in Cinà. Questo però non ha impedito alla Francia di proseguire negli scambi commerciali con Pechino. La Cina ha firmato infatti un maxi-ordine di 290 Airbus A320 e dieci A350. 'Questo contratto - ha detto Macron - è un segnale eccellente per gli scambi tra la Cina e la Francià. Macron ha anche auspicato una 'partnership eurocinese fortè. Domani, il 'dialogò continuerà alla presenza della cancelliera Merkel e del presidente della Commissione Ue Juncker.

CORONA TORNA IN CARCERE PER VIOLAZIONE DELLE PRESCRIZIONI
GIUDICE DI SORVEGLIANZA SOSPENDE L’AFFIDAMENTO TERAPEUTICO

Fabrizio Corona è tornato in carcere perchè il magistrato di sorveglianza Simone Luerti ha deciso di sospendere l’affidamento terapeutico che gli era stato concesso, per una serie di violazioni delle prescrizioni commesse dall’ex agente fotografico, compresa la comparsata in tv contro Riccardo Fogli.

STRASBURGO DECIDE SUL COPYRIGHT, "UN VOTO STORICO" 
LA DIRETTIVA SUL DIRITTO D’AUTORE, L’ESITO SUL FILO

Voto sul filo del rasoio, domani a Strasburgo, per la direttiva con la riforma del copyright. Da una parte il mondo di autori e editori, che difendono i diritti di chi produce le opere d’arte e l’informazione; dall’altra i grandi social network che li pubblicano senza costi. 'Un voto storico per l’Europà, dice il presidente degli editori di giornali europei dell’Enpa Carlo Perrone. Protesta da Wikipedia che oscura la pagina italiana in vista della decisione del Parlamento europeo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA