Sei in Archivio

meteo

Primavera coi brividi: in città il 14 aprile più freddo degli ultimi 106 anni

15 aprile 2019, 14:13

Primavera coi brividi: in città il 14 aprile più freddo degli ultimi 106 anni

L'anno record resta  - tra quelli i cui dati sono ovviamente disponibili  - il 1895: una temperatura massima di 6,4° in città. Segue il 1913: 9,6°. E si arriva, oltre un secolo dopo, a ieri: il 14 aprile con la massima più bassa degli ultimi 106 anni a Parma, ossia 10° tondi.

A raffrontare i dati è stato il portale meteoparma. E i dati raccontano che... benedetta la mezzanotte, quando la colonnina di mercurio era al suo picco del (futuro) giorno, altrimenti si sarebbe "pareggiato" il record del 1913: al pomeriggio la massima è scesa fino a 9,6°.

Le previsioni per i prossimi giorni raccontano di un progressivo miglioramento nel segno del sole e di temperature in rialzo.

Le previsioni per il parmense, comune per comune.

Nei prossimi giorni tornerà protagonista l’anticiclone subtropicale favorendo condizioni complessivamente stabili, soleggiate e piuttosto miti su tutte le regioni.
«Soprattutto a partire da mercoledì le temperature torneranno a risalire anche oltre i 20 gradi sulla Pianura Padana e nei settori interni del Centro-Sud», spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Andrea Vuolo.

Le tanto attese previsioni meteo per i giorni di Pasqua e Pasquetta - dicono i meteorologi - indicano le due giornate di festa «in bilico tra anticiclone e vortice mediterraneo». «Proprio tra il 21 aprile e il lunedì dell’Angelo, l’Italia potrebbe ritrovarsi in un momento di passaggio tra l’alta pressione subtropicale e una vasta area depressionaria posizionata sul Mediterraneo occidentale, una situazione favorevole ad un graduale incremento della nuvolosità ad iniziare dalle regioni più occidentali nella domenica di Pasqua, con possibile instabilità al Nordovest e al Centro nel giorno di Pasquetta».

Ma è ancora presto per "demoralizzarsi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA