Sei in Archivio

Lavoro

Evasione all'Inps da 3 milioni a Reggio Emilia, 6 denunciati dai carabinieri

17 aprile 2019, 19:29

Evasione all'Inps da 3 milioni a Reggio Emilia, 6 denunciati dai carabinieri

Un’evasione contributiva di oltre 3 milioni di euro ai danni dell’Inps, grazie ad appalti di manodopera illeciti. L’ha scoperta il nucleo ispettorato del lavoro dei carabinieri di Reggio Emilia che ha denunciato alla Procura di Modena sei persone, tra cui due imprenditori, un italiano e uno straniero - che rispondono truffa aggravata e somministrazione fraudolenta.
L’indagine è partita a gennaio 2018 dopo un’ispezione in un macello dell’Appennino reggiano. Gli investigatori hanno accertato l’attività illecita da parte di due titolari di ditte di autotrasporto con sede legale nel modenese ma operanti in tutto il territorio nazionale, seguiti da un’ex consulente del lavoro di origini sarde (già radiata dall’ordine di appartenenza). Con l’aiuto di alcuni prestanome avevano costituito due società cooperative di trasporti per eludere norme nazionali sui contratti di lavoro e in materia previdenziale-assicurativa: così facendo riuscivano ad impiegare centinaia di autisti, perlopiù dell’est Europa, in appalto con altre imprese ottenendo così il durc (documento unico di regolarità contributiva) col vantaggio di non avere formalmente in forza alcun lavoratore.
Inoltre, le imprese trattenevano illecitamente le quote dovute dai lavoratori a titolo previdenziale e fiscale per un importo complessivo di quasi mezzo milione di euro. I militari dell’Arma hanno proceduto alla verifica di 400 posizioni lavorative, elevando sanzioni amministrative e ammende per decine di migliaia di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA