Sei in Archivio

SICUREZZA

La Lega: "La zona rossa c'è, ma per i parmigiani non per i balordi"

Le accuse di Cavandoli e Occhi : “Cantiere fermo per mesi, Centro sempre più desertificato”

19 aprile 2019, 22:06

La Lega:

“A Parma le zone rosse ci sono già. Purtroppo però non sono offlimits per i delinquenti, come vorrebbe Salvini, ma per i parmigiani, grazie a Pizzarotti, Alinovi e Casa. Pensiamo a piazzale della Pace, la zona Stazione, alcune vie del Centro, dell’Oltretorrente e di San Leonardo”, dice Laura Cavandoli, deputato e consigliere comunale parmigiana della Lega.
“Piazzale della Pace – aggiunge – è stato ‘sequestrato’ dall’assessore Alinovi da 630 giorni per cosa? Per quale opera faraonica i parmigiani e i turisti sono stati privati del loro prato in Centro, del monumento a Giuseppe Verdi e di una porta d’accesso al Centro Storico? Quando i cittadini mi chiedono il perché di questa storia incredibile non so cosa rispondere. Riesco solo ad allargare le braccia.”
“I lavori nella zona – continua l’esponente del Carroccio – sono stati fermi più di 6 mesi, privando la città della sua porta d’ingresso e del passaggio obbligato dal parcheggio Toschi e dalla Stazione al Centro e al complesso monumentale della Pilotta.  Mesi in cui i negozi della zona hanno continuato a chiudere contribuendo a quella desertificazione del Centro che la Giunta Pizzarotti continua a perseguire con un’ostinazione sorprendente”. “Ancora una volta – aggiunge Emiliano Occhi, capogruppo della Lega in Consiglio comunale – l’Amministrazione Pizzarotti si dimostra lontana dai bisogni dei cittadini. Il sindaco da mesi passa il suo tempo in campagna elettorale e in polemiche inutili con il Governo. Nel frattempo la città è abbandonata a se stessa e al degrado”.