Sei in Archivio

Fiere

Dai ciclopici Maine Coon agli Sphinx. Una «due giorni» tutta dedicata ai gatti

Splendidi esemplari si sono sfidati ai campionati di bellezza per i felini

20 aprile 2019, 14:59

Dai ciclopici Maine Coon agli Sphinx. Una «due giorni» tutta dedicata ai gatti

Gatti strani, gatti rari, gatti di taglia grande e cuccioli minuscoli, tutti decisamente bellissimi, sono stati le «star» dell’esposizione felina che nello scorso weekend ha richiamato alle fiere di Parma allevatori, proprietari di campioni e tantissimi appassionati di mici, pronti ad ammirare i «campioni» delle tante razze in gara per i titoli di bellezza dei campionati Nazionali, Internazionali ed Europei, a farsi dare qualche consiglio su come curare e gestire al meglio il gatto di casa o come scegliere un esemplare di razza.

Tra gli esemplari più applauditi ci sono stati naturalmente gli imponenti Maine Coon, gatti che insieme ai Norvegesi delle foreste oggi vanno per la maggiore, ma nella due giorni di manifestazione il pubblico ha potuto ammirare anche i curiosi Sphinx, i gatti senza pelo, i Rag Doll e i Sacri di Birmania, i simpatici American Curl e gli eleganti Siamesi, i più inconsueti gatti Bengal e gli Egyptian Mau e tanti altri ancora.

«Il gatto giusto non si sceglie: si viene scelti dal gatto giusto, perché il gatto è sempre giusto – sostiene Francesca Sandra, veterinario dello Star Cats Show -. Per chi sceglie un gatto di razza, il pedigree è una cosa importante perché racconta chi sono i suoi antenati e permette di avere indicazioni preziose sulla salute del cucciolo».

Splendidi esemplari si sono sfidati

ai campionati di bellezza per i felini