Sei in Archivio

tradizione e fede

Perchè si festeggia il Lunedì dell'Angelo (Pasquetta)? E perchè si fa la gita fuori porta?

22 aprile 2019, 18:03

Perchè si festeggia il Lunedì dell'Angelo (Pasquetta)? E perchè si fa la gita fuori porta?

Il giorno dopo Pasqua è il Lunedì dell'Angelo, per tutti "Pasquetta" o il Lunedì in Albis. Nel calendario liturgico cattolico è il lunedì dell'Ottava di Pasqua. Ma perchè si festeggia? In questo giorno si ricorda l'incontro dell'angelo con le donne giunte al sepolcro. Maria di Magdala, Maria madre di Giacomo e Giuseppe, e Salomè, secondo il Vangelo, andarono al sepolcro, dove Gesù era stato sepolto, con degli olii aromatici per imbalsamarne il corpo. Arrivate al sepolcro, trovarono spostato il grande masso che chiudeva l'ingresso. A quel punto comparve l'angelo che disse: "Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui. Ecco il luogo dove l'avevano deposto." E aggiunse: "Ora andate ad annunciare questa notizia agli Apostoli", ed esse si precipitarono a raccontare l'accaduto agli altri. Un episodio che la tradizione ha spostato dalla mattina di Pasqua al lunedì, il giorno successivo. L'Ottava di Pasqua è costituita dagli otto giorni (ottava) che iniziano con la domenica di Pasqua e terminano con la successiva domenica in albis. "Albis" (in bianco) è una formula usata in alcune espressioni del linguaggio liturgico (es. settimana in albis) per indicare la settimana successiva alla Pasqua: e prende il nome dall’antica usanza dei fedeli battezzati nella veglia pasquale di portare la veste bianca per otto giorni. E' un giorno di festa che generalmente si trascorre insieme con parenti o amici con una tradizionale gita o scampagnata "fuori le mura" o "fuori porta.  Una tradizione che risalirebbe ai discepoli diretti ad Emmaus: infatti, lo stesso giorno della Resurrezione, Gesù appare a due discepoli in cammino verso Emmaus a pochi chilometri da Gerusalemme. Civilmente il lunedì di Pasqua è un giorno festivo, introdotto dallo Stato italiano nel dopoguerra, e che è stato creato per allungare la festa della Pasqua, così come avviene il 26 dicembre, indomani di Natale.

 

 

 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA