Sei in Archivio

sabato 27 aprile

Lega e M5S litigano anche sulle province

Di Maio: "Inutili poltronifici". Il Carroccio: "Non potete cambiare idea su tutto"

27 aprile 2019, 21:22

Lega e M5S litigano anche sulle province

Sono le Province il nuovo argomento di scontro nella maggioranza giallo-verde. "Sono inutili e costosi poltronifici ma sentite la Lega", attacca Di Maio in merito alla notizia di un loro ritorno indicato nelle linee guida della riforma degli enti locali. Pronta la replica del Carroccio: "I 5S non possono cambiare idea ogni giorno su tutto". E Salvini rincara: "Servono per dare servizi ai cittadinì. Sul tema interviene anche il Pd: "Le resuscitano per aumentare le poltrone", scrive Renzi su Facebook.

POLEMICHE SU TRIESTE, AFRICANI ESCLUSI DALLA MARATONA
GIORGETTI, "INDAGHEREMO, MA STOP AGLI SCAFISTI DELLO SPORT"

Sale la polemica sul Trieste Running Festival, in programma dal 3 al 5 maggio, e l’esclusione degli atleti africani dalla mezza maratona,per fermare il mercimonio, a detta degli organizzatori. "Follia", Di Maio ritiene giusto combattere lo sfruttamento, ma sbagliato il modo, "così il problema si aggrava",  spiega il vicepremier. E Giorgetti annuncia un’indagine interna per fare chiarezza: "Ma serve uno stop agli scafisti dello sport", dice il sottosegretario. Dal Pd Zingaretti attacca: "La Lega lasci in pace il mondo dello sport". Intanto la Procura della federazione di atletica apre un fascicolo. E’ bufera sui social.

 CONTE VEDE PUTIN, INSIEME PER UNA SOLUZIONE SULLA LIBIA
PREMIER AD AL SISI, "DELUSI SU REGENI, NESSUN PASSO AVANTI"

"Lavorare insieme a una soluzione della crisi libica". Conte ha avuto un colloquio con Putin a Pechino a margine del forum sulla Via della seta. "Risentirò il presidente russo, che si è mostrato disponibile a scongiurare un’escalation nell’area". E Conte ha incontrato anche Al Sisi con cui ha parlato del caso Regeni, esprimendo la sua insoddisfazione per lo stallo dell’inchiesta sulla morte del giovane ricercatore ucciso in Egitto nel 2016. "Non avremo pace finché non avremo la verità", ha ribadito Conte al presidente egiziano.

641MILA INCIDENTI SUL LAVORO, A TARANTO MALATTIE CANCEROGENE
LE MORTI SONO AUMENTATE DEL 10%, CROTONE PRIMA PER I DECESSI

Nel 2018 circa 641mila lavoratori hanno subito un incidente sul lavoro, con una crescita di quelli mortali del 10%. E’ quanto emerge dall’indagine dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro. La maglia nera per il numero di malattie cancerogene imputabili all’attività lavorativa spetta a Taranto, seguita da Torino, Napoli, Milano, Genova e Venezia. Crotone è la provincia con il maggior numero di vittime, davanti Isernia e Campobasso.

16ENNE FERITO A ROMA, FORSE COLPITO DURANTE UN FURTO IN CASA
UN ALBANESE "SCARICATO" DA UN’AUTO DAVANTI OSPEDALE GEMELLI

Ferito, forse durante un furto in casa, e abbandonato davanti al pronto soccorso. Ieri sera un ragazzo di 16 anni albanese, con ferite d’arma da fuoco sul corpo, è stato lasciato da un’auto davanti al Gemelli a Roma. E’ stato operato d’urgenza all’addome ieri stesso. La prognosi è al momento riservata. Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori, la possibilità che il giovane possa essere rimasto colpito durante un furto in abitazione avvenuto a Monterotondo, vicino alla Capitale. Il proprietario di casa, con un’arma regolarmente detenuta, avrebbe esploso più colpi di pistola per mettere in fuga i ladri.

LA SPAGNA DOMANI AL VOTO, OCCHI PUNTATI SULL'ULTRADESTRA
I SOCIALISTI IN TESTA, MA PER GOVERNARE E’ REBUS ALLEANZE

Spagna domani al voto. Secondo le ultime stime i socialisti sono dati per favoriti, anche se non abbastanza per ottenere una maggioranza assoluta in parlamento senza alleanze. Il premier Sanchez potrebbe dunque cercare di formare una coalizione con il partito di sinistra anti-austerity di Iglesias. Resta tuttavia l'incertezza sui risultati dei partiti di destra che potrebbero a loro volta coalizzarsi. Sanchez ha lanciato un appello a esprimere un "voto utile", avvertendo del rischio che possa crescere l’estrema destra visto l’ampio numero di indecisi.

MEDICI ITALIANI EMIGRANTI, TRA GLI EUROPEI SONO IL 52%
EMIRATI OFFRONO 20MILA EURO AL MESE, CASA, AUTISTA E SCUOLA

Medici italiani con la valigia. Secondo i dati della Commissione Ue, tra i camici bianchi europei che lasciano il loro Paese, il 52% è costituito da italiani, seguono i tedeschi con il 19%. La regione con più medici che espatriano è il Veneto, con 80 professionisti sui 1.500 che emigrano ogni anno. Proprio in questi giorni, raccontano dall’Azienda sanitaria di Padova, gli Emirati Arabi stanno contattando medici italiani e offrono dai 14 ai 20 mila euro al mese, interprete, casa, scuola, e autista.


INTER-JUVENTUS, SPALLETTI CERCA IL PASS PER LA CHAMPIONS
F1 A BAKU, POLE DI BOTTAS, TERZO TEMPO PER VETTEL

Stasera per la 34/ di Serie A a San Siro va in scena il derby d’Italia con la Juve già campione e l’Inter a caccia di una vittoria in ottica Champions. In campo Roma-Cagliari con giallorossi in cerca di punti per il 4/o posto. Sprint salvezza, Bologna-Empoli 3-1. F1: Bottas, su Mercedes, partirà in pole position nel Gp dell’Azerbaigian, quarta prova del Mondiale, in programma domani a Baku. Il finlandese ha preceduto il compagno di squadra Hamilton, in seconda fila Vettel e Verstappen. Colpo di scena nel Q2, Leclerc si schianta sulle barriere: "Ho buttato tutto nel cestino", dice rammaricato il monegasco.