×
×
☰ MENU

Il tartufo protagonista per due fine settimana

Il tartufo protagonista  per due  fine settimana

di Giorgio Camisa

23 Ottobre 2021,10:26

Oggi e domani un altro gioiello del sottobosco della nostra montagna sarà presente sulle tavole imbandite e negli stand dell’ottava edizione del festival e della fiera del Tartufo della Valceno. Il tartufo nero del nostro appennino verrà festeggiato oggi e domani per poi replicare il 30 e 31 prossimi. 
E’ tutto pronto e, con le dovute cautele nel rispetto delle normative Covid 19, Bedonia presenterà una prelibatezza autunnale che regalerà sapori e saperi di una parte importante del nostro Appennino. Centro commerciale Naturale Bedoniese in prima fila e poi amministrazione comunale, proloco e tante altre associazioni hanno programmato due weekend  con al centro la perla nera della Valceno. 

Stamattina di buon ora si alzerà il sipario e verranno accesi i fari su uno degli eventi più importanti della montagna Ovest. Bedonia presenterà l’appuntamento clou autunnale  durante il quale  sarà possibile acquistare e gustare nei ristoranti del centro e delle frazioni il pregiato tubero raccolto da esperti tartufai e cucinato da altrettanti chef specializzati che si esibiranno anche in showcooking e prepareranno speciali degustazioni. 
Oltre al tartufo, Bedonia presenterà un territorio cultore della tradizione gastronomica: non a caso da anni è presente un corso professionale di enogastronomia alberghiera  nella sede dell’Istituto Zappa Fermi. Una scuola dove si imparano i segreti della cucina tradizionale e vengono scoperti e presentati ai buongustai nuove ricette e nuovi sapori. Aspetto da non sottovalutare, sono in netta ripresa le attività di ristorazione sia in centro che nelle frazioni. 

Nei due weekend non mancheranno curiosità, segreti dei diamanti della terra e gustosi piatti a base di tartufi. Luminari della cucina, studiosi e operatori commerciali si confronteranno e discuteranno sulla valorizzazione di questo prezioso tubero dal sapore unico. 
Mancherà per motivi di sicurezza sanitaria il mega tendone di piazza Centinaro,  ma per i buongustai ci saranno grandi e uniche possibilità nei ristoranti che già hanno preparato menù appositamente studiati e a prezzi accessibili nei locali del territorio.
Porte aperte al seminario vescovile per convegni. Su prenotazione si potranno visitare i vari musei, le mostre e il planetario. Un piano di lavoro amministrativo a lungo termine  per  valorizzare il  territorio. 

 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI