12°

25°

Il tenero Walter, Renzi e «la cattiveria che non ho saputo avere»

Ricevi gratis le news
0

Secondo Walter Veltroni Matteo Renzi ha «la cattiveria che io non ho saputo avere»

Aldo Cazzullo, oggi sul Corriere della Sera, ha intervistato Walter Veltroni, l'ex segretario che per primo ha parlato del Partito democratico come di un partito a vocazione maggioritaria. Veltroni loda Renzi e, pur ricordando che viene «da un mondo diverso» (è un ex Ppi, al contrario dell'ex segretario che viene dal Pci), afferma che lui e Matteo hanno la stessa idea di partito:  «Il Pd non deve limitarsi a riempire il proprio recinto, per poi unirlo al recinto dei vicini. Il Pd deve saper parlare a tutti gli italiani».

Eppure le differenze tra la vittoria di Renzi e la «non vittoria» di Veltroni -  che raggiunse il 33 per cento, ma fu battuto da Silvio Berlusconi - ci sono, almeno secondo l'ex segretario:

L'attuale «risultato storico è frutto di due circostanze oggettive: il fatto che Renzi sia al governo da poco, e abbia indicato la possibilità di un cambiamento; e la crisi di Berlusconi. Ma c’è anche una circostanza soggettiva: la personalità stessa di Matteo, la sua determinazione, la “cattiveria” che io non ho saputo avere; cosa che mi sono sempre rimproverato come un difetto. Se il sogno si è avverato, il merito è suo. Compreso il merito di aver sfidato, da riformista, tutti i conservatorismi».

Insomma, anche Veltroni si auto-interpreta in base alla sua immagine di buonista e si duole della cattiveria che non ha saputo avere. Eppure il quadro idilliaco del tenero Valter che fallisce per la sua bontà non tiene. Infatti, scavando appena un po' più a fondo, neppure Veltroni fu tanto buono, se non nei modi. Se infatti riandiamo ai tempi dell'agonia del governo Prodi si vede come le mosse di Renzi e di Veltroni furono assolutamente simili. Dopo l'elezione a segretario ci fu l'apertura al dialogo con Silvio Berlusconi e a questo seguì la destabilizzazione del governo Prodi a cui seguirono fibrillazioni sempre più intense e la morte dell'esecutivo dopo l'affaire giudiziario che coinvolse l'allora ministro Guardasigilli, Clemente Mastella. Solo che a quel punto il quadro era talmente logorato che si andò alle elezioni e non si cercò neppure - o non fu possibile - di formare un governo diverso. Alle elezioni, naturalmente e non era prevedibile nessun risultato diverso, il Pd  a vocazione maggioritaria di Veltroni si ritrovò ad essere minoritario e fu asfaltato da Berlusconi

Se vogliamo parlare di differenze caratteriali, quindi, sarebbe meglio non tirare in ballo la «cattiveria», ma la capacità di analisi politica che ti porta ad agire in modo sconsiderato in un momento di terribile debolezza politica con esito prevedibilmente infausto, come accadde con Veltroni, oppure ti porta a tentare l'azzardo nel preciso istante in cui le chance di una soluzione positiva sono reali, come è accaduto con Renzi.

In conclusione l'unica differenza in fatto di bontà tra Renzi e Veltroni è che Walter non avrebbe mai scritto un hashtag tipo #Romanostaisereno, simile al quello famoso di Renzi (#Enricostaisereno). Ma solo perché Twitter non era ancora stato inventato. 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Attrice denuncia Luc Besson per stupro, lui nega ogni accusa

cinema

Attrice denuncia Luc Besson per stupro, lui nega ogni accusa

«Ballando con le stelle 2018»: i vincitori sono Cesare Bocci e Alessandra Tripoli

televisione

«Ballando con le stelle 2018», vincono Cesare Bocci e Alessandra Tripoli

"Facce da tifosi": foto dalla lunga notte della promozione

CALCIO

"Facce da tifosi": foto dalla lunga notte della promozione 

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'auto del futuro? Anche diesel: l'Euro6d è pulito. Ma il parco italiano è vecchio

UNRAE

L'auto del futuro? Anche diesel: l'Euro6d è pulito. Ma il parco italiano è vecchio

Lealtrenotizie

Lite fra sudamericani finisce con denuncia

carabinieri

Lite in via Europa: accoltellato un 21enne dominicano

2commenti

CALCIO

A Iacoponi e D'Aversa i voti più alti

12 tg parma

Rapido peggioramento del tempo nelle prossime ore Video

truffa

Si spaccia per poliziotto e finge la vendita di uno smartphone: denunciato un 57enne

Frosinone-Foggia

Non solo Floriano: guardate la parata di Noppert al 91'

Ricordo

La Corsa di Tommy e Marco Federici Gallery: chi c'era - Video

festa

"BentornAto in A": esplode la gioia sui social di tutto il mondo Gallery

WEEKEND

Una domenica tra Appennifest, vino e fattorie aperte: l'agenda

12 tg parma

Schianto, resta gravissimo il 42enne di Collecchio

LA FESTA

Una notte per salutare la A

Inchiesta

Scomparsi: 70 denunce a Parma nel 2017

FIDENZA

Addio a Umberto Zanella, una vita in viaggio

BUSSETO

L'addio all'avvocato Trabucchi sulle note di Verdi

Mostra

Parmigianino, ambasciatore di Parma a Praga

AVEVA 57 ANNI

Se n'è andato Giovanni Molossi

GAZZAFUN

Ma qual è il castello più bello della provincia? Vota subito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Non solo calcio. Così Parma in tre anni ha vinto tutto

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Ristorante da Giovanni», una tappa-culto per gourmet e appassionati

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Anniversario

Terremoto: 6 anni fa la prima scossa che ha ferito l'Emilia Foto

chieti

Lancia la figlia da un ponte A14 e minaccia il suicidio

1commento

SPORT

MOTOGP

Francia; trionfo Marquez, poi Petrucci e Rossi

CALCIO

Dai crac a un triplete mai visto: foto-storia del Parma 

SOCIETA'

IL DISCO

Deep Purple, quel “Libro” da scoprire Video

usa

Ex modella di Playboy si getta dal 25/mo piano con il figlio di 7 anni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuovo Vw Touareg, il Suv supertecnologico Foto

IL TEST

Mercedes Classe A, l'auto che parla? C'è molto di più