parma alla moviola

Lucia derubata del Sole

Lucia derubata del Sole
Ricevi gratis le news
6

Martedì, il primo commento della mattina e l'ultimo della sera avevano lo stesso argomento. Il primo, addirittura, si chiedeva "ma in fondo che cosa ha fatto per Parma per darle la cittadinanza?"; e il secondo, più "mite", chiedeva che dopo tanto giusto parlarne ora si lasciasse in pace Lucia Annibali, e con lei i lettori.

Non avrei neppure preso in considerazione il doppio commento infelice, se nel frattempo non avessi letto un'intervista a Lucia sul Resto del Carlino da Pesaro. Un'intervista scritta proprio nel giorno della cittadinanza onoraria parmigiana, ma che - su un giornale marchigiano - si occupava solo di passaggio di questo evento, e sottolineava invece altre cose legate alla storia di Lucia.

Le metto in fila, anche per i due lettori cui accennavo prima, nella sequenza con cui l'articolo mi ha colpito come un pugno allo stomaco. 1) Nelle lungaggini e assurdità della legge italiana, paradossalmente l'iter dei risarcimenti a Lucia dopo la condanna del suo ex fidanzato la rendono comproprietaria di un appartamento proprio con il suo aggressore ! (dopo l'eredità di Ferdinando Carretta è uno de più grandi controsensi giuridici che abbia mai visto); 2) L'acido (uso le efficaci parole del collega Alessandro Mazzanti) "mangia ancora la pelle di Lucia": sembra incredibile, ma gli effetti di quella aggressione vigliacca e crudele non si sono ancora esauriti. Allo stesso modo in cui le pareti del pianerottolo dell'aggressione portano ancora i segni di quell'acido; 3) Nonostante i tanti interventi chirurgici (almeno una dozzina), non è ancora arrivato il momento in cui Lucia può esporsi al sole. Come dire che quel gesto la sta tuttora condannando a sottrarsi a una delle cose più belle del'estate e della vita.

Ecco perchè, che piaccia o no a qualche lettore (in realtà una minoranza: di quelli che credono che buonismo sia una malattia....), noi invece continueremo a seguire e raccontare questa storia di violenza e di coraggio, di vigliaccheria e di dignità. Ed ecco perchè, con orgoglio, ripetiamo quello che abbiamo scritto in un titolo martedì: Lucia è oggi la parmigiana più bella. E Parma, quella vera, sarà al suo fianco e al fianco di ogni donna vittima. Ogni giorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • The Jolly Joker

    18 Aprile @ 09.40

    Caro Balestrazzi, faccio una premessa: PIENA SOLIDARIETA' alla sig.ra Annibali e PIENA CONDANNA a quello che le è accaduto in quel giorno a Pesaro... e faccio questa premessa sperando di non beccarmi una scomunica per quello che sto per dire. Io non mi sento di condannare la frase "ma in fondo che cosa ha fatto per Parma per darle la cittadinanza?", e per affermare ciò basta ripercorrere la storia della sig.ra Annibali: una volta che il gesto infame e vigliacco è stato rivolto nei suoi confronti, la Annibali non ha scelto di sua spontanea volontà di venire a Parma, ma bensì mi pare di ricordare che da Pesaro in poi non c'era posto negli ospedali per tale caso e quindi il primo trovato libero era a Parma... quindi escluderei l'amore per Parma da prima della storia. Parma è stata capace di ridarle nuova vita, nuova linfa e nuova speranza, questo grazie ai professionisti dell'Ospedale Maggiore di Parma (purtroppo e spesso sempre vituperati, ndr), ma nemmeno questo è attinente alla cittadinanza onoraria, poichè il merito andrebbe ai sanitari. Mi si dirà: "la Annibali ha dato tanto per il sociale", diffondendo la sua storia ed essendo da esempio per le tante donne in situazioni simili: ok, ci può stare, ma mi sembra che per questo abbia avuto la più grande onorificenza che poteva avere, e che va ben oltre qualsiasi cittadinanza onoraria: l'onorificenza di Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana, rilasciata dal nostro Presidente della Repubblica. Ed ancora, mi si potrà dire: "sì, ma la Annibali raccontando la sua storia porta in giro il nome di Parma e la sua eccellenza"... ed anche su questo punto, soprattutto rivedendo interviste e video, per ultimi quelli post-cittadinanza, non è che venga dato risalto alla città (se non per formalità) o, ancor di più, a lodare l'eccellenza del nostro ospedale... anzi, mi sembra che, ad eccezione della menzione personale del primario, vengano nominati raramente sia l'ospedale che i reparti che l'hanno avuta in cura. Detto questo, ripeto: non mi sento di condannare la frase del lettore, poichè magari frutto di ragionamenti come questi sopra. Per il resto mi auguro che la Annibali continui con la sua opera di diffusione a prescindere dai commenti (positivi o "apparentemente" negativi) perchè ALTO è il valore del suo operato.

    Rispondi

    • 18 Aprile @ 10.31

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - La sua osservazione è garbata e io non contesto la sostanza di ciò che dice. Quello che mi rattrista (e non mi riferisco più solo a lei, anzi) è come giorno per giorno prevalga in noi la ricerca di ciò che divide rispetto a ciò che unisce. Io, molto più semplicemente, credo che Parma (dove in effetti Lucia è arrivata per caso, oltre che per il vile agguato: poteva finire in qualsiasi altro ospedale italiano) abbia colto l'occasione di celebrare valori buoni (appunto quelli di Lucia) che a Parma si sono uniti - e hanno trovato un motore - nelle qualità del nostro ospedale. Allora non mi pongo il problema di dire se la cittadinanza è "tecnicamente" giustificabile o se è lo strumento più corretto. Dico che il caso (purtroppo, vista la genesi) ha fatto incontrare Lucia e Parma; dico che la nostra città, e tanti suoi personaggi, si sono distinti in questi ultimi anni per motivi tutt'altro che encomiabili. Allora, W Lucia e W la Parma che si ricorda di essere sè stessa, nelle sue qualità (in questo caso le eccellenze mediche: e le assicuro che nel suo libro e anche altrove Lucia parla di TUTTO il reparto e di TUTTE le persone) e nei suoi valori. Quelli che una volta erano il tratto distintivo di Parma e che poi troppo spesso abbiamo dimenticato. Questo, per me, è la cittadinanza di Lucia. Che su Twitter ha scritto: Parma= vita, energia, speranza, futuro, gioia, affetto, amicizia. Grazie! Ecco perchè ribadisco il mio titolo: nella città nota per le sue belle donne, da pochi giorni possiamo vantare un'altra "parmigiana" bellissima. Il resto, per me, è un dettaglio

      Rispondi

      • Paolo

        18 Aprile @ 11.22

        paolo.regg@email.it

        Ancora un'eccellente risposta data ad un commento garbato sì, ma triste e cavilloso sul nulla, che fa le bucce su un fatto di grande pregnanza umana ed anche sociale, che guarda il dito anziché la luna che indica. Un grazie a Balestrazzi.

        Rispondi

  • Biffo

    17 Aprile @ 22.45

    Gabriele, i redattori beceri di entrambe le opinioni sono, loro ed i loro commenti, solo due apparenti sfumature di un invincibile ed incorruttibile maschilismo e macismo italiota. Quei due e le loro opinioni vanno entrambi a braccetto., anche se, apparentemente, le gradazioni vanno dal tono più infame ad un malvelato compiacimento. Lucia, secondo costoro, in fondo, quegli schizzi di acido se li sarà pure andati a cercare, suvvia, come tutte le femmine, che rompono l'anima ai loro poveri compagni e poi frignano e si lamentano, se qualcuno di loro perde la pazienza e tura loro la bocca con poco di vetriolo. Sei stato, secondo me, anche troppo garbato ed urbano, nello stigmatizzare certe scempiaggini indegne.

    Rispondi

  • Paolo

    17 Aprile @ 12.46

    paolo.regg@email.it

    Articolo davvero magnifico ed una lezione di vita e saggezza a chi si è permesso di mettere certi commenti aridi e tristi. Lucia Annibali è un esempio per tutti di coraggio e forza d'animo, uno sprone su come affrontare gli eventi negativi della vita. La cittadinanza onoraria di Parma è stato il giusto riconoscimento per quel che ha fatto per tutti noi.

    Rispondi

  • Pietro

    17 Aprile @ 10.25

    Grazie, bell'articolo e bella puntualizzazione.. ma soprattutto BELLA LUCIA!!

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giornata di sole sul LungoParma: le foto di Luca Radici a Michelle Maccagni

fotografia

In posa sul LungoParma in una giornata di sole Foto

Pronti per l’ultima stagione del Trono di spade? Ecco come prepararsi all’evento tra mappe interattive e le location della serie di culto_got

HI-TECH

Trono di spade: come prepararsi all’evento fra mappe interattive e le location della serie

Alseno: festa al Colle San Giuseppe. Ecco chi c'era: foto

feste pgn

Alseno: festa al Colle San Giuseppe Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Locanda del culatello

CHICHIBIO

«Locanda del culatello» C'è del nuovo e del buono nella Bassa

Lealtrenotizie

Il senegalese Diakite: «Insulti razzisti? Io non ho sentito nulla»

IL MATCH DELLA FOLLIA

Il senegalese Diakite: «Insulti razzisti? Io non ho sentito nulla»

Tribunale

Collecchio, condannato per stalking

L'anniversario

La mamma di Filippo Ricotti: «Sono passati due anni. Ma per mio figlio nessuna giustizia»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Sentenza

Guerra dell'acqua, Montagna 2000 deve 600mila euro a Berceto

INTERVISTA

Amanda Sandrelli: «La seduzione secondo Mirandolina»

Intervista

Giulia ce l'ha fatta: «Vado a Oxford a studiare matematica»

Zibello

È morto Corrado Tencati: preparò lo strolghino record del November Porc

TRIBUNALE

San Giovanni, entra in sagrestia e tenta di rapinare due monaci: condannato

PARMA

Aeroporto Verdi, siglato l'accordo con Bologna per il rilancio e nuovi voli  Video

1commento

JUNIORES

Insulti razzisti e rissa sugli spalti: 75 euro di multa per Marzolara e Fontanellato e fino a 6 turni di squalifica

FATTO DEL GIORNO

La "partita della vergogna", Brambilla: "Abbiamo un attaccamento esagerato per i figli: gli siamo troppo addosso"

1commento

Triste record

41enne parmigiana arrestata tre volte in dieci giorni

pablo

Polizia allertata dai consiglieri di quartiere: e i pusher scappano abbandonando le dosi

1commento

TEP

Dal fine settimana 9 nuovi bus sulle strade di Parma. Novità sul fronte filobus

3commenti

IL CASO

Pur di mettere nei guai l'amante della moglie, si autodenuncia e viene condannato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

May, sconfitta devastante. Ma non c'è alternativa

di Paolo Ferrandi

ITINERARI VINTAGE

Il viaggio e l'avventura: l'età dell'autostop

di Italo Abelli

ITALIA/MONDO

BREXIT

La May ottiene la fiducia del Parlamento

MISTERO

Sequestrato un 45enne nel Bresciano: ricerche in corso

SPORT

CALCIO

1-0 al Milan, la Juventus vince la Supercoppa italiana

FORMULA 1

Ferrari, l'uomo giusto è il parmigiano Almondo?

SOCIETA'

catania

L'aspetta all'aeroporto col palloncino "Mi vuoi sposare". Lei lo lascia

TRIBUTO

Il bollo auto senza segreti: quando, come, dove si paga

MOTORI

IL VIAGGIO

Citroën: la C5 Aircross scalda i motori andando... al Polo Nord

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross