19°

Il ritorno di Gavino Ledda

Dopo 40 anni esce allo scoperto con un progetto nobile

Il ritorno di Gavino Ledda
Ricevi gratis le news
0

Gavino Ledda dà del tu alla natura. Non argomenta filosofeggiando, niente a che vedere con i poemi del passato (da Lucrezio in poi). L'autore del capolavoro «Padre padrone» si rivolge direttamente alla Madre, con la naturalezza e l'amore traboccante di un figlio devoto e riconoscente. A lei confessa uno  smarrimento terreno e spirituale per non averla ancora conosciuta fino in fondo e lancia un grido di dolore per tutte le azioni e i  misfatti dell'uomo contro ogni sua forma. La missiva è firmata e datata dallo scrittore e la risposta sopraggiunge nella parola più congeniale alla Madre: la modalità del sogno. Dopo oltre 40 anni di studio, vissuti in una sorta di ritiro e dedicati interamente alla ricerca di un nuovo linguaggio, («pluridimensionale ed elettromagnetico»), Ledda, che dagli anni '70  non ha più pubblicato  (anche se in verità ha scritto tantissimo) torna a coinvolgere lettori e sostenitori con un testo intitolato «Èssere ed essèscere – Lettera alla Natura», che comprende anche il primo atto di una commedia. La nuova opera (prologo di una trilogia in itinere) è pubblicata dall'associazione Eurena  (www.gavinoledda.it) e può essere scaricata in pdf. Il contributo che ciascuno vorrà donare costituirà un ulteriore tassello per salvare la casa di «Padre padrone». Lo scrittore, infatti, vuole comprarla per fondare un'ara dell'arte, un luogo dove insegnare la parola pluripatente, superamento di dettami non più attuali, che non tengono conto del progresso della scienza. E dopo un silenzio durato decenni, Ledda non poteva che ripartire dalla natura,  con cui ha un legame   atavico, unico e privilegiato. Leggendo e rileggendo  le pagine scritte da un poetante mai domo come lui, il verbo diventa  melodia inebriante, in cui si intrecciano la parola nuova e tutto il pathos del «lavoro di una vita», affascinante e coraggioso. «Nessuno ha mai scritto alla natura, che non è solo materia, ma anche spirito– premette Ledda –. Mi rivolgo a lei come  pluralità: potrei essere erba, acqua, luce, polvere, un qualsiasi animale» e prende le distanze dall'antropocentrismo: «A me basta essere figlio della natura – dice Ledda –  e tutti dovremmo vivere in equilibrio come fanno i vegetali e gli animali, che non hanno mai infierito sulla natura: semplicemente errano per errare. Solo l'homo sapiens, errore errante, l'ha violentata, insultata, adulterata». Il dolore per uno scempio protratto e inarrestabile viene urlato e riurlato con un ritornello incalzante. La natura risponde in sogno, «meglio definirli sognìli che visioni oniriche – spiega Ledda, precisando subito che nulla di ciò che esprime ha a che vedere con Freud».  Ma del sonno rimarrà poco, «sarà tutto un sembrare-sembrato, proprio perché l'uomo paga il male che fa alla natura. Anche sveglio, non ha immagini nitide, è egoista e non sa guardarla. La osserva per usarla,  non per conoscerla».
Un'ultima curiosità: come nasce la parola essèscere? «Sono un uomo di 77 anni, che ha dedicato cinquant'anni della sua vita allo studio della parola, lontano da qualsiasi ribalta e dal business – risponde Ledda -. Osservando la natura ho capito che il verbo essere non è umano: appartiene solo a Dio. Il Creatore non ha bisogno di predicati, può semplicemente dire “io sono”; l'uomo lo coniuga e lo flette come reminescenza di Dio. Il verbo essere non compie azioni, occorre innescarlo  per rappresentare  il vagito della natura, i mutamenti continui. Divenire sarebbe stato  iconicamente debole, èssèscere rappresenta con più vigore  il verbo essere che diviene». L'opera di Ledda è puro movimento dell'anima, è amore incondizionato e incontaminato. La parola nuova «essèsce»  come parte integrante della narrazione poetica e  sono davvero toccanti le pagine in cui l'autore descrive l'arrivo del sonno, il risveglio e la meminescenza dell'aver vissuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

6commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gli amici di Santa Maria del Piano alla "Vecchia volpe": ecco chi c'era - Foto

feste pgn

Gli amici di Santa Maria del Piano alla "Vecchia volpe"  Ecco chi c'era: foto

Elisa Adorni correrà nel deserto israeliano

Elisa Adorni e le sue compagne di avventura Arianna Bianchini, Eleonora Suizzo, Francesca Valassi, Federica Verdoya insieme al direttore di Donna Moderna Annalisa Monfreda

SPORT

Elisa Adorni correrà per 80 chilometri nel deserto israeliano Foto

Grande Fratello: Benedetta Mazza e Stefano Sala sempre più vicini nella "Casa" - Foto e video

GRANDE FRATELLO

Nella Casa e in piscina, Benedetta Mazza e Stefano sempre più vicini Foto Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nuovo condono: "saldo e stralcio" e sanatorie. Tutto quello che c'è da sapere (per ora)

"PACE FISCALE"

Nuovo condono: "saldo e stralcio" e sanatorie. Tutto quello che c'è da sapere (per ora)

di Corrado Chiominto

Lealtrenotizie

Corruzione e truffa: arrestato il sindaco di Zibello Censi

Foto d'archivio

carabinieri

Corruzione e truffa: arrestato il sindaco di Zibello Censi

Traversetolo

Anna, choc e dolore per la ragazza morta a 16 anni

Il ricordo

I professori del Marconi: Anna eri un esempio di modestia per i tuoi compagni

VIOLENZA SESSUALE

Caso Pesci, 3 ore e mezza d'interrogatorio. E la ragazza conferma le accuse

FIDENZA

Caso basket, l'Academy: «No ai genitori-manager»

NOCETO

Denunce e auto sequestrate per gli ubriachi al volante

PROVINCIA

Fritelli dà l'addio alla presidenza. «Sono stati anni duri»

Calcio

I 250 gol di «Devo 11»

FONTEVIVO

Contributi per l'affitto e case popolari, il sindaco: «Prima gli italiani»

tribunale

Pesci ai cronisti: "Contenti ? Andate a rovinare qualcun altro" Il video

1commento

Langhirano

Inseguono l'arbitro in auto per insultarlo Video

Schianto

Auto si ribalta a Tortiano, perde la vita una 16enne di Traversetolo

anteprima gazzetta

La tragedia di Anna e della famiglia, il dolore di Traversetolo e del Marconi

Lutto

Olga, morta improvvisamente a soli 39 anni

POLIZIA

Minaccia una ragazza e si fa dare il cellulare: 30enne denunciato per rapina

E' successo vicino alla stazione

VIA EMILIA EST

Giovane colpito da infarto salvato da un passante

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Oltretorrente: la forza straordinaria delle persone

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

La dura legge del rating

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

Como

Addio ad Angelica, paladina della lotta contro la fibrosi cistica

TORINO

Riceve video hard di un amico con una minorenne sul cellulare: assolto 22enne

SPORT

SERIE A

Pari senza reti tra Samp e Sassuolo

calcio

Primo esonero nel Monza di Berlusconi, arriva Brocchi

SOCIETA'

Storia

E' morto l'ultimo degli eroi di Telemark. Fermò l'atomica di Hitler

POLEMICHE

Nella pubblicità non si vedono Paola Egonu e Miriam Sylla: proteste sui social contro Uliveto

1commento

MOTORI

IL TEST

Al volante della Impreza: una Subaru vera, ma con un volto nuovo

RESTYLING

Abarth 595: watt, cavalli e vernice glamour