Le Paralimpiadi, Giulia e il pongista senza braccia

Ibrahim Hamadtou

Ibrahim Hamadtou, pongista egiziano (foto tratta da www.ilpost.it - Avram/Cal Sport Media via ZUMA Wire)

Ricevi gratis le news
1

Seguite le Paralimpiadi, perché stanno regalando uno spettacolo unico, raro, da brividi. Se volete che queste non siano solo parole, accendete la tv: canale 57, Rai Sport 1, dal primo pomeriggio a notte fonda. Un bel contributo alla bellezza di questo evento lo sta dando la parmigiana Giulia Ghiretti, che ha già vinto un bronzo e un argento, presentandosi al mondo con tutta la sua dolcezza e tutto il suo talento. Chissà se questa settimana, impegnata in altre due gare (giovedì i 200 misti, venerdì i 50 dorso) farà qualche altro regalo, a noi e a lei stessa.

Guardate le Paralimpiadi, perché sono un'occasione unica per vedere uomini e donne fare cose solo apparentemente impensabili. Un balsamo per ognuno di noi. A Rio, ci sono in mostra una miriade di abilità; altro che disabilità. E’ abile o disabile il pongista egiziano Ibrahim Hamadtou? Senza braccia, si alza la pallina con le dita dei piedi e gioca con la racchetta in bocca. Dipende sempre dal punto di vista, da cosa significa normale e straordinario. Guardatelo, magari quando pensate di non farcela...

Capitolo spettacolo. Chi l’ha detto che le discipline paralimpiche sono meno divertenti delle rispettive discipline per normodotati? Veder saltare quasi due metri in alto, con una gamba sola, lascia increduli. In una partita di wheelchair basket se le danno di santa ragione: guardare i blocchi per credere. Il tennistavolo in carrozzina? Un concentrato di tecnica e guerra psicologica; basta vedere la battuta, dove ci si gioca quasi la totalità dell'esito dello scambio: concentrazione massima per diversi secondi, studi dell'avversario, fantasia ed effetti che nel ping pong per normodotati non si trovano. Per non parlare dei colpi a campanile, praticamente imprendibili. Spassosissime anche le interviste degli atleti. Prendete Federico Morlacchi, nuotatore, protagonista del primo oro azzurro a Rio: "Sul podio – ha detto - ho avuto un’emozione da far tremare le gambe; per fortuna che una è finta, così ha tremato soltanto l’altra". Un’autoironia che insegna tanto: la vita, probabilmente, va presa così.

Tra l'altro, va detta una cosa. Non ci avevo mai pensato, ma quest'estate, durante una vacanza (fantastica) in Provenza, ho fatto un'esperienza che mi ha aperto gli occhi. Eravamo a La Ciotat, un borgo di mare vicino a Marsiglia. Un posto come tanti, all'apparenza; un posto speciale, in realtà. Un po' perché qui c'è ancora il cinema più vecchio del mondo, dove il 21 marzo 1899 i fratelli Lumière proiettarono uno dei loro primi filmati, L’Arrivée d’un train en gare de La Ciotat. Un po' perché a La Ciotat c'è Le Berceau de la Pétanque, un piccolo circolo, dove, all'ombra di platani secolari, si gioca a pétanque. Cioè una versione del gioco delle bocce che rappresenta uno degli sport più amati e praticati dai provenzali in particolare, ma dai francesi tutti. Uno sport, con tanto di federazione mondiale, praticato da normodotati. In realtà, potrebbe tranquillamente essere considerato uno dei primi sport adattati, paralimpici. E' la storia a confermarlo, perché proprio in questo bocciodromo, nel 1910, tale Jules Hugues, detto “Le Noir”, un commerciante in pensione, inventa la pétanque. E' affetto da reumatismi, la rincorsa delle tradizionali bocce non fa per lui. In un giorno di giugno chiede di poter giocare con les pieds tanqués (da qui, pétanque), cioè con piedi piantati a terra, senza rincorsa, all'interno di un cerchio disegnato appositamente: per lui giocare risulta decisamente meno faticoso e questo stratagemma gli permette di continuare a gareggiare. La nuova formula piace talmente tanto che la Pétanque entra nei costumi provenzali e diventa sport riconosciuto a livello mondiale, giocato da tutti. Ma, in origine, era uno sport adattato. Questo dimostra che le categorie, spesso, non hanno molto senso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Pasquale

    12 Settembre @ 14.48

    Bellissimo articolo!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Melissa Satta e Kevin Prince Boateng: matrimonio (e amore) al capolinea

gossip

Melissa Satta e Kevin Prince Boateng: matrimonio (e amore) al capolinea

Giornata di sole sul LungoParma: le foto di Luca Radici a Michelle Maccagni

fotografia

In posa sul LungoParma in una giornata di sole Foto

Langhirano: i bellissimi delle feste alla Taverna Ponte

PGN

Langhirano: i bellissimi delle feste alla Taverna Ponte Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Locanda del culatello

CHICHIBIO

«Locanda del culatello» C'è del nuovo e del buono nella Bassa

di Chichibio

Lealtrenotizie

Arrivano i ladri in villa, 81enne si nasconde sotto le coperte

Medesano

Arrivano i ladri in villa, 81enne si nasconde sotto le coperte

PARMA 2020

Alinovi: «Riqualifichiamo il Palazzo ducale»

CARABINIERI

Il cittadino eroe che ha aiutato i militari a bloccare il pusher violento

BEDUZZO

Furto notturno nel bar, i ladri sullo smartphone della titolare

PALLACANESTRO

Cska, un baluardo in Valtaro

Gup

Minacciava l'ex, condannato a un anno e 4 mesi

Intervista

Il ministro Centinaio: «I cinghiali sono troppi. Ora basta»

Tribunale

Sdoganò un prototipo di Formula Sae, assolto il presidente del Cepim

AUTOSTRADA

Un'auto si ribalta in A1: grave un giovane. Per ore code a Terre di Canossa

Autocisa: pioggia tra Fornovo e Pontremoli

via della Repubblica

Benedizione degli animali in Sant'Antonio: tradizione che si ripete (con successo) Foto

PARMA

Controlli antidroga: sequestrato mezzo chilo di hashish al parco Falcone e Borsellino Video

1commento

Viarolo

Cercano di far esplodere il bancomat della Cassa Padana ma il colpo fallisce Video

1commento

anteprima gazzetta

3 milioni per Parma 2020, l'assessore Alinovi fa il punto

L'anniversario

La mamma di Filippo Ricotti: «Sono passati due anni. Ma per mio figlio nessuna giustizia»

rugby

Zebre in crescita, sabato contro la terza potenza del Top 14 Video

PARMA

Il pusher fugge e fa resistenza con violenza: un cittadino aiuta i carabinieri ad arrestarlo Video

La cronaca del 12TgParma

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

C'ERA UNA VOLTA

Il viaggio e l'avventura: l'età dell'autostop

di Italo Abelli

EDITORIALE

Come cambia la nostra vita in mezzo agli umanoidi

di Patrizia Ginepri

ITALIA/MONDO

IL DECRETONE

Reddito di cittadinanza, così cambia il sostegno alle famiglie

Inghilterra

Incidente alla guida per Filippo d'Edimburgo (97 anni): illeso è sotto choc

SPORT

calcio

Anche Mayweather alla festa nello spogliatoio della Juve per la Supercoppa

FORMULA 1

Ferrari, l'uomo giusto è il parmigiano Almondo?

SOCIETA'

20 GENNAIO

Torna la domenica ecologica: limitazioni al traffico all'interno delle tangenziali Mappa

la storia

Il piccolo migrante annegato con la pagella cucita addosso (reso noto da una vignetta)

MOTORI

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross

PROMOZIONE

Suv, l'offensiva "doppio zero" di Hyundai