19°

33°

E' tutta vita

E' tutta vita

Foto Daniele Romano

Ricevi gratis le news
0

Il mio 8 Marzo lo festeggio così, e con voi: con una lettera. Non sembra, ma l’ho tagliata parecchio, sia per non appesantire la lettura, sia per non rendere identificabile chi l’ha scritta. Basti sapere che è una studentessa di scuola superiore. Poche settimane fa le ho chiesto come ha vissuto il “One Billion Rising”, flash-mob mondiale contro la violenza sulle donne e soprattutto se secondo lei è servito a qualcosa. Ecco la sua risposta (la pubblico d’accordo con lei; così come la canzone che trovate in fondo al testo, scelta assieme). cesare.pastarini@gazzettadiparma.it

“Caro Cesare,

ho pensato tanto in questa notte: dormire non è un’arte che mi viene molto bene purtroppo. Ho pensato di provare a mettere da parte la mia esperienza personale per cercare di dare una mia opinione oggettiva, in qualità di giovane quale sono. Davanti alla consapevolezza del pericolo della violenza ho cominciato un anno fa a informarmi, a leggere, a scrivere e a cercare un confronto.  Altrimenti non avrei neanche saputo che per San Valentino qualcuno stesse danzando per la vita. Questo non perché i giovani siano disinteressati o menefreghisti, ma perché nessuno ci hai mai educato a sentirci parte attiva di una lotta sottile come la è quella contro la violenza sulle donne. Perché nessuno ci hai mai scosso. Perché nessuno ci ha mai sensibilizzato a esserci.

La scuola non ne parla, la scuola non si interessa di questo, la scuola non ci pensa. Le racconto un aneddoto: qualche mese fa ho chiesto a un’insegnante di parlare della violenza sulle donne. Mi ha guardata e mi ha detto: “Devo andare avanti col programma”. Ok. Così ha interrogato e coincidenza (o come dice D’Avenia, “Dioincidenza”) proprio me. Con un nervoso che metà bastava, ho fatto scena muta. Un bel 4. Abbiamo bisogno di voi, cari adulti, perché nessuno ci sta più formando, nessuno più ci racconta come stanno veramente le cose, nessuno più ASCOLTA il nostro grido disperato che cerca la vita, nessuno più ci sprona a trovare un nostro posto, la nostra causa. E questo non perché siamo dei fannulloni e non ci vogliamo sporcare le mani, no! Questo perché prima di agire, prima di lottare, prima di protestare e di indignarsi, bisogna informarsi. Abbiamo bisogno dei vostri racconti, delle vostre testimonianze, della vostra voglia di esserci, delle vostre orecchie aperte e del vostro sguardo aperto verso la nostra stessa vita.

Abbiamo bisogno di scrollare dalle nostre spalle il peso dell’indifferenza e iniettare emozioni, sensazioni, esperienze e vita. Allora sì che  quando ci sarà una manifestazione di piazza, tutti ci sentiremo in DOVERE di partecipare. Perché qualcuno prima ci ha RACCONTATO, magari anche con carisma, cosa significhi violenza, cosa significhi lottare e cosa significhi aspettare il cambiamento. Perché qualcuno prima ci ha EMOZIONATO e ha scosso quelle emozioni che trovano una soluzione solo nell’agire.

Nessun volantino intorno alle scuole (o forse, spero, non li ho visti). E nonostante io in classe l’abbia detto, ero sola. E’ da lì che dobbiamo partire, arrivare e tornare: dalla scuola. Un giro di boa che racchiude la vita. La scuola è lo strumento più potente.

Se poi invece mi giro verso la mia esperienza, le dico che quella manifestazione mi ha dato la forza per continuare a lottare e continuare a lavorare su me stessa, anche se questo può comportare sofferenza. Presto farò la valigia e partirò per una nuova città: tutta da costruire, amare e studiare. Perché negli occhi di chi ballava c’era nascosta quella vita che ho tentato di ritrovare nella mia quotidianità. Perché mi ha dato la forza per dire che NONOSTANTE tutto, io sono ancora qui. Ho capito che anche nella sofferenza più recondita, la bellezza è ovunque. E di bellezza, il 14 febbraio, ce n’era tanta. E’ questo quello in cui credo: in una gioventù che ha bisogno di emozionarsi. Perché dall’emozione nasce un circolo virtuoso così ricco in cui la lotta vi è sicuramente immessa. Ci siamo persi, sì, ma la nostra indole da lottatori c’è ancora tutta: parola di una piccola rivoluzionaria.

Veniteci a cercare, sarà solo per un breve periodo che dovrete guidarci, poi troveremo il coraggio di spiegare le ali. Parlateci, informateci: E’ TUTTA VITA.  

Mi scusi se mi sono dilungata, ma ci tengo parecchio, mi creda”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Molestie: Asia Argento ha risarcito accusatore. E ora Sky la vuole fuori da X Factor

Spettacolo

Molestie: Asia Argento ha risarcito accusatore. E ora Sky la vuole fuori da X Factor

2commenti

Flop al botteghino per Kevin Spacey

Spettacolo

Flop al botteghino per Kevin Spacey

1commento

Scarlett Johansson è l'attrice più  pagata  del 2018 secondo Forbes

CINEMA

Scarlett Johansson è l'attrice più pagata del 2018 secondo Forbes Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Far ricrescere i capelli si può, nuova tecnica tutta italiana

Foto d'archivio

SALUTE

Far ricrescere i capelli si può: nuova tecnica tutta italiana

Lealtrenotizie

Lacrime e applausi al funerale di Mirko Vicini. E il cugino fa riascoltare la sua voce Foto

GENOVA

Lacrime e applausi al funerale di Mirko Vicini. E il cugino fa riascoltare la sua voce Foto

carabinieri

Arrestato l'autore della rapina violenta in borgo XX Marzo: tradito da impronta digitale Video

Via Casa Bianca

In strada sanguinante: «Pestata dal patrigno»

roccabianca

Incornato da un toro: grave un agricoltore

terremoto

Doppia scossa nel Reggiano, la più forte di 3.9: anche Parma trema. I lettori: "Svegliati da un boato"

5commenti

fidenza

Schianto tra auto e furgone in A1: tre feriti, una 34enne in Rianimazione Video

Il dramma di Martorano

Anche Lesignano ricorda di Elisa Baldi

IL RICORDO DELLA FOCHI

Le sue miss: «Mirka? Era la guerriera della bellezza»

Palazzo Ducale

Scoperto un ciclo di affreschi

FIDENZA

Prende la compagna per il collo: arrestato un 25enne

polizia

Biciclette ritrovate: di chi sono? Foto

BUSSETO

Caffarra, addio a una colonna del volontariato

Strada Cairoli

La rastrelliera? Self service per i ladri di bici

1commento

sociale

Qui Parma: il servizio civile raccontato da... chi lo fa Video

BARDI

La Pala del Parmigianino è tornata a «casa»

12 tg parma

E' morta Mirka Fochi. Per oltre trent'anni la signora delle Miss a Parma Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dramma di Genova e la dittatura dell'istante

di Paolo Ferrandi

EDITORIALE

Basta bufale. Pretendiamo la verità. A tutti i costi

di Filiberto Molossi

3commenti

ITALIA/MONDO

GENOVA

Autostrade: "Un nuovo ponte in acciaio in 8 mesi"

cosenza

Travolti dalla piena, il soccorritore: "Non scorderò mai la mano della bimba salvata"

SPORT

BUENOS AIRES

E' morta Maria Mariani, la fondatrice delle Nonne di Plaza de Mayo

Pallavolo

Il parmigiano Carlo Magri si è dimesso dalla giunta del Coni

SOCIETA'

Mondo

Cerca di salvare il cane, uccisa da alligatore

MILANO

Ha l'auto in un parcheggio vicino a Malpensa, 16 ore per trovarla

ESTATE

METEO

Non ci sono più le estati di una volta. Ecco perché

animali

Oltre 50 tartarughine escono dal nido tra i teli dei bagnanti all'isola d'Elba