11°

18°

PARMA ALLA MOVIOLA

Còr Pramzàn

Còr Pramzàn
Ricevi gratis le news
9

A volte vorrei sdoppiare le giornate del mio affascinante mestiere. Da una parte, ovviamente, l’adrenalina e l’impegno delle news in tempo reale poi subito riversate nei social. Ma dall’altra, adoro potermi immergere nel più lento fiume della memoria, ripercorrere i database del’archivio, assaporare il profumo e la lezione che trasmettono le raccolte delle Gazzette dei decenni scorsi.

Lo pensavo l’altra sera, mentre pubblicavo una splendida fotogallery notturna di Parma. Le foto di un dvd che tempo fa Maurizio “Lillo” Bonazzi mi aveva consegnato dicendomi: “Fanne quello che vuoi”. L’impegno era stato quello di riparlarne insieme, ma poco dopo all’improvviso Maurizio ci aveva lasciati: e quando il calendario ci ha ricordato un anno esatto da quel triste giorno ho voluto iniziare a mantenere la promessa. Ed è stato bello vedere nei lettori, accanto al piacere per quelle foto, quanto nostalgico affetto rimanga per il perenne sorriso del Lillo.
Poi, sul dvd, ho trovato anche altre foto, in una cartella “Cor pramzan”. E se dietro agli scatti di Parma si vedeva l’amore per la città, qui è facile immaginare dietro l’obiettivo l’orgoglio del figlio del popolarissimo Felice impegnato nei suoi sketch dialettali.

Nel “rivedere” Lillo, ho ritrovato anche l’epoca dei Giovanni Ferraguti e dei Romano Rosati: c’era fra tutti loro una competizione (ad usare un eufemismo…) fortissima, ma da quella competizione sono uscite indimenticabili immagini di storia cittadina. E ad una loro antologia Parma dovrebbe forse dedicare un contenitore permanente, che raccontasse ai parmigiani vecchi e nuovi la storia di questa città. Penso ai sandali di Padre Lino fotografati da Rosati nella cella dell’Annunciata o alla madre di Antonio Turi, che sul ponte Bottego si inginocchia a baciare la lapide dedicata al figlio: un 19enne immigrato meridionale che donò la vita gettandosi nelle acque della Parma per salvare un uomo che stava affogando nel torrente. Ferraguti fermò quell’attimo in una foto che mi è sempre apparsa come una straordinaria Pietà dipinta.
 
E mentre sul pc scorreva questo mondo parmigiano in bianconero, in sottofondo la tv mi sottoponeva un’altra Parma, sfondo di uno dei più brutti film che ho visto in questi anni: "Baciato dalla fortuna". Anche qui la nostra città: a colori, con le sue bellezze, eppure finta e volgare in quel suo mediocre utilizzo per ripulire l’immagine di Parma, del suo Comune e dei suoi vigili dopo la bufera mediatica del caso Bonsu. Negli stessi anni in cui il Festival Verdi (quello per cui oggi giustamente ci scandalizziamo se il ministro della Cultura parla di “evento localistico”) vide a personaggio simbolo nel palco reale Sara Tommasi….

Guardavo su quello sfondo le foto di Felice e della Lidia: semplici piccoli parmigiani ma capaci ogni settimana di dedicare il loro tempo (appunto con quella sigla Cor pramzan) agli anziani delle case di riposo, per regalare loro un sorriso con spettacolini come quello documentato dal Lillo. E pensavo che davvero occorrerebbe più spesso ripercorrere il giornalismo della memoria, per valutare bene le persone e il loro spessore: certi “piccoli” parmigiani che l’hanno arricchita con un vero Cor Pramzan e certi personaggi che noi abbiamo fatto grandi (noi politica, elettori, giornalisti, intellettuali e classe dirigente…) ma che alla fine Parma l’hanno soprattutto usata o infangata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • federicot

    20 Gennaio @ 22.07

    federicot

    Ho letto solo ora questo "bellissimo" pezzo di Balestrazzi. Non discuto di tener viva la memoria e la storia in generale: cittadina o della nostra patria che sia, è importante sapere cosa è successo, conoscere i personaggi e anche il folklore. Mi viene il latte alle ginocchia quando la storia è condita da smodata mielosità nostalgica, amarcord venuto male, banalizzata, artificiosamente mitizzata. Il passato è passato, se ne tragga insegnamento, ma poi .....Balestrazzi, hai mai scritto qualcosa sui prossimi 50 anni? Guarda mi va bene anche la fantascienza, ma scrivi qualcosa sul futuro oppure dimmi che tempo farà domenica! ma basta con il tempo che fu e che non tornerà. Basta. Non torneranno i miei 5 anni di liceo, così come non torneranno le befane dell'Avis al Ducale, o le partite di calcio nel fango il pomeriggio di Natale. No queste cose oggi a Parma non ci sono. Ce ne sono altre e fra 50 anni ce ne saranno altre ancora. Ecco parliamo dei prossimi 50 anni. Proviamo un po' a sognare invece che addormentarci nella malinconia.

    Rispondi

    • 21 Gennaio @ 07.14

      G.B. - Oppure facciamo un patto: io non ti dico come scrivere i commenti (e qualche suggerimento lo avrei pure io...), tu non mi dici come scrivere gli articoli. Tanto non credo che mi farai cambiare idea.....

      Rispondi

      • federicot

        21 Gennaio @ 14.11

        federicot

        quindi il giornalista si sottrae al giudizio dei lettori? per chi diavolo scrivi!!!!!! PER TE STESSO!!!!! CIOE' IL DIFETTO DELLA MAGGIOR PARTE DEI GIORNALISTI. fi che lavorrrrrr!!!

        Rispondi

        • 21 Gennaio @ 15.42

          G.B. - Sì, ci sottraiamo al giudizio dei lettori: infatti tu non stai commentando un articolo come hai fatto altre centinaia di volte, vero...?

          Rispondi

        • federicot

          22 Gennaio @ 08.07

          federicot

          "tu non mi dici come scrivere gli articoli...." lo hai scritto tu, mi riferivo a questa frase.

          Rispondi

  • Biffo

    09 Gennaio @ 12.15

    GB, quando tocchi i tasti, malinconici e nostalgici, dei ricordi della Parma che fu, e che mai più ritornerà tale, sei veramente inimitabile, un vero poeta, sempre in quel tuo tono, modesto e misurato, quasi francescano, lungi da paroloni e da neologismi in itanglese o da Alma Mater. Sono veramente rimasto commosso, ti ho letto con grande emozione. Grazie, GB, per questi tuoi pezzi di prosa lirica!

    Rispondi

    • 09 Gennaio @ 12.30

      G.B. - Anche meno...ma grazie della stima. E comunque francescano non me lo aveva detto nessuno ! :-)

      Rispondi

      • Biffo

        09 Gennaio @ 17.48

        Balestrazzi, ti ho accostato quell'aggettivo in senso altamente positivo, non certo per demeriti redazionali. Io ritengo San Francesco l'unico grande santo dei 2mila anni della storia del cristianesimo.

        Rispondi

        • 09 Gennaio @ 18.06

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Era una battuta. E se poi adesso mi dai del santo..... :-) Grazie ancora

          Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Le bellezze dell'Eicma 2018: foto

MILANO

Le bellezze dell'Eicma 2018: foto

Suora salta i tornelli ed entra in metropolitana

ROMA

Suora salta i tornelli ed entra in metropolitana senza biglietto Video

La Egonu si consola con Skorupa, dopo la sconfitta bacia la fidanzata a bordocampo

Foto dalla Gazzetta dello Sport

PALLAVOLO

Paola Egonu bacia la fidanzata Kasha Skorupa a bordo campo

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gomme da neve dal 15 novembre

PNEUMATICI

Gomme invernali: tutto quello che devi sapere. Dal 15 il cambio

Lealtrenotizie

Aversa si dimette da Ateneo e Ospedale, ma deve restare ai domiciliari

CONQUIBUS

Aversa si dimette da Ateneo e Ospedale, ma deve restare ai domiciliari

VACCINI

Parma, gli studenti non in regola sono 7mila

FIDENZA

Scuolabus, nuovi disagi. Il Comune: «Sostituiamo la ditta che ha in appalto i trasporti»

URZANO

Cerva uccisa da un bracconiere

Zibello

Raid all'alba in una villetta : rubato anche il liquore

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

ICT

Cdm: con l'ingresso in Lutech si rafforza la nostra identità

Calcio dilettanti

Simone Pompini, il gol nel sangue

Collecchio

Vandali al Mainardi se la prendono con un cestino e un estintore

carabinieri

Denunciato il giorno prima per spaccio, cambia zona ma non "mestiere": (ri) arrestato

BUSSETO

Bimbo di 8 mesi si ustiona con l'acqua bollente Video

Incidente domestico: sul posto ambulanza, automedica ed elicottero del 118. Il video del 12 TgParma

PARMA

Auto parcheggiata male blocca gli autobus: ingorgo in stazione Video

3commenti

Parma

E' cominciato l'abbattimento degli alberi sullo Stradone Video

gazzareporter

Il Natale si avvicina: tornano le luminarie (in via Cavour) Foto

Il fatto del giorno

November Porc, a Zibello protagonisti Piovani e il "dream team" di ospiti della Bassa

PARMA

In fiamme il tetto di una villetta: lungo intervento dei vigili del fuoco Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La politica ha perso il significato delle parole

di Paolo Ferrandi

PENSIONI

Con quota 100 assegno ridotto. Ecco perché

ITALIA/MONDO

Lavoro

Il giudice dà ragione a Ikea: licenziata la mamma con un figlio disabile a casa

Roma

Arbitro pestato dopo due espulsioni, interviene il governo, Salvini: "300 in un anno, follia"

SPORT

gazzatifosi

Un "Forza Parma" anche alla Bombonera per Boca-River Foto

germania

Bayern Monaco, Ribery perde la testa: schiaffo a un giornalista

SOCIETA'

"Respiro libero"

I bambini della Corridoni recitano in inglese contro lo smog

verona

Fanno sesso su una panchina in un parco pubblico, arrestati

MOTORI

MOTORI

La Hyundai i20? Si compra su Amazon. Ma solo a novembre

MOTORI

Skoda Connect: la quotidianità è digitale