PARMA ALLA MOVIOLA

Còr Pramzàn

Còr Pramzàn
Ricevi gratis le news
9

A volte vorrei sdoppiare le giornate del mio affascinante mestiere. Da una parte, ovviamente, l’adrenalina e l’impegno delle news in tempo reale poi subito riversate nei social. Ma dall’altra, adoro potermi immergere nel più lento fiume della memoria, ripercorrere i database del’archivio, assaporare il profumo e la lezione che trasmettono le raccolte delle Gazzette dei decenni scorsi.

Lo pensavo l’altra sera, mentre pubblicavo una splendida fotogallery notturna di Parma. Le foto di un dvd che tempo fa Maurizio “Lillo” Bonazzi mi aveva consegnato dicendomi: “Fanne quello che vuoi”. L’impegno era stato quello di riparlarne insieme, ma poco dopo all’improvviso Maurizio ci aveva lasciati: e quando il calendario ci ha ricordato un anno esatto da quel triste giorno ho voluto iniziare a mantenere la promessa. Ed è stato bello vedere nei lettori, accanto al piacere per quelle foto, quanto nostalgico affetto rimanga per il perenne sorriso del Lillo.
Poi, sul dvd, ho trovato anche altre foto, in una cartella “Cor pramzan”. E se dietro agli scatti di Parma si vedeva l’amore per la città, qui è facile immaginare dietro l’obiettivo l’orgoglio del figlio del popolarissimo Felice impegnato nei suoi sketch dialettali.

Nel “rivedere” Lillo, ho ritrovato anche l’epoca dei Giovanni Ferraguti e dei Romano Rosati: c’era fra tutti loro una competizione (ad usare un eufemismo…) fortissima, ma da quella competizione sono uscite indimenticabili immagini di storia cittadina. E ad una loro antologia Parma dovrebbe forse dedicare un contenitore permanente, che raccontasse ai parmigiani vecchi e nuovi la storia di questa città. Penso ai sandali di Padre Lino fotografati da Rosati nella cella dell’Annunciata o alla madre di Antonio Turi, che sul ponte Bottego si inginocchia a baciare la lapide dedicata al figlio: un 19enne immigrato meridionale che donò la vita gettandosi nelle acque della Parma per salvare un uomo che stava affogando nel torrente. Ferraguti fermò quell’attimo in una foto che mi è sempre apparsa come una straordinaria Pietà dipinta.
 
E mentre sul pc scorreva questo mondo parmigiano in bianconero, in sottofondo la tv mi sottoponeva un’altra Parma, sfondo di uno dei più brutti film che ho visto in questi anni: "Baciato dalla fortuna". Anche qui la nostra città: a colori, con le sue bellezze, eppure finta e volgare in quel suo mediocre utilizzo per ripulire l’immagine di Parma, del suo Comune e dei suoi vigili dopo la bufera mediatica del caso Bonsu. Negli stessi anni in cui il Festival Verdi (quello per cui oggi giustamente ci scandalizziamo se il ministro della Cultura parla di “evento localistico”) vide a personaggio simbolo nel palco reale Sara Tommasi….

Guardavo su quello sfondo le foto di Felice e della Lidia: semplici piccoli parmigiani ma capaci ogni settimana di dedicare il loro tempo (appunto con quella sigla Cor pramzan) agli anziani delle case di riposo, per regalare loro un sorriso con spettacolini come quello documentato dal Lillo. E pensavo che davvero occorrerebbe più spesso ripercorrere il giornalismo della memoria, per valutare bene le persone e il loro spessore: certi “piccoli” parmigiani che l’hanno arricchita con un vero Cor Pramzan e certi personaggi che noi abbiamo fatto grandi (noi politica, elettori, giornalisti, intellettuali e classe dirigente…) ma che alla fine Parma l’hanno soprattutto usata o infangata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • federicot

    20 Gennaio @ 22.07

    federicot

    Ho letto solo ora questo "bellissimo" pezzo di Balestrazzi. Non discuto di tener viva la memoria e la storia in generale: cittadina o della nostra patria che sia, è importante sapere cosa è successo, conoscere i personaggi e anche il folklore. Mi viene il latte alle ginocchia quando la storia è condita da smodata mielosità nostalgica, amarcord venuto male, banalizzata, artificiosamente mitizzata. Il passato è passato, se ne tragga insegnamento, ma poi .....Balestrazzi, hai mai scritto qualcosa sui prossimi 50 anni? Guarda mi va bene anche la fantascienza, ma scrivi qualcosa sul futuro oppure dimmi che tempo farà domenica! ma basta con il tempo che fu e che non tornerà. Basta. Non torneranno i miei 5 anni di liceo, così come non torneranno le befane dell'Avis al Ducale, o le partite di calcio nel fango il pomeriggio di Natale. No queste cose oggi a Parma non ci sono. Ce ne sono altre e fra 50 anni ce ne saranno altre ancora. Ecco parliamo dei prossimi 50 anni. Proviamo un po' a sognare invece che addormentarci nella malinconia.

    Rispondi

    • 21 Gennaio @ 07.14

      G.B. - Oppure facciamo un patto: io non ti dico come scrivere i commenti (e qualche suggerimento lo avrei pure io...), tu non mi dici come scrivere gli articoli. Tanto non credo che mi farai cambiare idea.....

      Rispondi

      • federicot

        21 Gennaio @ 14.11

        federicot

        quindi il giornalista si sottrae al giudizio dei lettori? per chi diavolo scrivi!!!!!! PER TE STESSO!!!!! CIOE' IL DIFETTO DELLA MAGGIOR PARTE DEI GIORNALISTI. fi che lavorrrrrr!!!

        Rispondi

        • 21 Gennaio @ 15.42

          G.B. - Sì, ci sottraiamo al giudizio dei lettori: infatti tu non stai commentando un articolo come hai fatto altre centinaia di volte, vero...?

          Rispondi

        • federicot

          22 Gennaio @ 08.07

          federicot

          "tu non mi dici come scrivere gli articoli...." lo hai scritto tu, mi riferivo a questa frase.

          Rispondi

  • Biffo

    09 Gennaio @ 12.15

    GB, quando tocchi i tasti, malinconici e nostalgici, dei ricordi della Parma che fu, e che mai più ritornerà tale, sei veramente inimitabile, un vero poeta, sempre in quel tuo tono, modesto e misurato, quasi francescano, lungi da paroloni e da neologismi in itanglese o da Alma Mater. Sono veramente rimasto commosso, ti ho letto con grande emozione. Grazie, GB, per questi tuoi pezzi di prosa lirica!

    Rispondi

    • 09 Gennaio @ 12.30

      G.B. - Anche meno...ma grazie della stima. E comunque francescano non me lo aveva detto nessuno ! :-)

      Rispondi

      • Biffo

        09 Gennaio @ 17.48

        Balestrazzi, ti ho accostato quell'aggettivo in senso altamente positivo, non certo per demeriti redazionali. Io ritengo San Francesco l'unico grande santo dei 2mila anni della storia del cristianesimo.

        Rispondi

        • 09 Gennaio @ 18.06

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Era una battuta. E se poi adesso mi dai del santo..... :-) Grazie ancora

          Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giornata di sole sul LungoParma: le foto di Luca Radici a Michelle Maccagni

fotografia

In posa sul LungoParma in una giornata di sole Foto

Pronti per l’ultima stagione del Trono di spade? Ecco come prepararsi all’evento tra mappe interattive e le location della serie di culto_got

HI-TECH

Trono di spade: come prepararsi all’evento fra mappe interattive e le location della serie

Alseno: festa al Colle San Giuseppe. Ecco chi c'era: foto

feste pgn

Alseno: festa al Colle San Giuseppe Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Locanda del culatello

CHICHIBIO

«Locanda del culatello» C'è del nuovo e del buono nella Bassa

Lealtrenotizie

Il senegalese Diakite: «Insulti razzisti? Io non ho sentito nulla»

IL MATCH DELLA FOLLIA

Il senegalese Diakite: «Insulti razzisti? Io non ho sentito nulla»

Tribunale

Collecchio, condannato per stalking

L'anniversario

La mamma di Filippo Ricotti: «Sono passati due anni. Ma per mio figlio nessuna giustizia»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Sentenza

Guerra dell'acqua, Montagna 2000 deve 600mila euro a Berceto

INTERVISTA

Amanda Sandrelli: «La seduzione secondo Mirandolina»

Intervista

Giulia ce l'ha fatta: «Vado a Oxford a studiare matematica»

Zibello

È morto Corrado Tencati: preparò lo strolghino record del November Porc

TRIBUNALE

San Giovanni, entra in sagrestia e tenta di rapinare due monaci: condannato

PARMA

Aeroporto Verdi, siglato l'accordo con Bologna per il rilancio e nuovi voli  Video

1commento

JUNIORES

Insulti razzisti e rissa sugli spalti: 75 euro di multa per Marzolara e Fontanellato e fino a 6 turni di squalifica

FATTO DEL GIORNO

La "partita della vergogna", Brambilla: "Abbiamo un attaccamento esagerato per i figli: gli siamo troppo addosso"

1commento

Triste record

41enne parmigiana arrestata tre volte in dieci giorni

pablo

Polizia allertata dai consiglieri di quartiere: e i pusher scappano abbandonando le dosi

1commento

TEP

Dal fine settimana 9 nuovi bus sulle strade di Parma. Novità sul fronte filobus

3commenti

IL CASO

Pur di mettere nei guai l'amante della moglie, si autodenuncia e viene condannato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

May, sconfitta devastante. Ma non c'è alternativa

di Paolo Ferrandi

ITINERARI VINTAGE

Il viaggio e l'avventura: l'età dell'autostop

di Italo Abelli

ITALIA/MONDO

BREXIT

La May ottiene la fiducia del Parlamento

MISTERO

Sequestrato un 45enne nel Bresciano: ricerche in corso

SPORT

CALCIO

1-0 al Milan, la Juventus vince la Supercoppa italiana

FORMULA 1

Ferrari, l'uomo giusto è il parmigiano Almondo?

SOCIETA'

catania

L'aspetta all'aeroporto col palloncino "Mi vuoi sposare". Lei lo lascia

TRIBUTO

Il bollo auto senza segreti: quando, come, dove si paga

MOTORI

IL VIAGGIO

Citroën: la C5 Aircross scalda i motori andando... al Polo Nord

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross