-4°

10°

una storia

Storia di Carlo. E dei tarli della mente

Storia di Carlo. E dei tarli della mente
Ricevi gratis le news
4

Questa è la storia di Carlo. E dei tarli che a volte corrodono la mente.

Non è un nome di fantasia: era lui stesso a ricordare mille volte all'amico cronista che, quando fosse venuto il momento, avrebbe dovuto dedicargli un articolo sulla Gazzetta. Un articolo per Carlo Felice Panizzi, questo il nome completo: un omaggio risorgimentale all'amore del padre per la Storia (un amore tramandato) e un nome dal sapore beffardo, perchè felice Carlo lo è stato troppo poco.

Lo era stato ai tempi delle scuole Medie, quando era l'indiscusso primo della classe. Di quei primi della classe che non suscitano invidie o antipatie, ma solo ammirazione e voglia di imitarli.

Ma numero uno a Carlo piaceva esserlo soprattutto sul campo da calcio: prima con le giovanili della Montebello, poi nei campionati dilettantistici, passando per la stagione dei tornei scolastici al Romagnosi. Finchè, proprio durante una partita, non arrivò quell'involontario e maledetto calcio in testa: che in realtà, a detta dei medici, forse non fu determinante. Ma proprio da lì iniziarono i dubbi sulla perdita della sua prodigiosa memoria, e poi vennero sbandate via via più intense, che allontanavano Carlo dalla realtà e lo immergevano in un mondo di fantasie e a volte di pericoli.

E' lì che, visitando Carlo nel suo percorso da una struttura all'altra, ho conosciuto da vicino il mondo della psichiatria. Ne ho visto gli slanci (su tutti l'umanità del dottor Fontanesi), i buoni principi della riforma (ad esempio la trasformazione del Diagnosi e cura), i pregi di tante e differenti strutture (dalla quieta Monticelli ai progressi del più problematico Centro Santi), ma anche le difficoltà di certe attuazioni concrete. Ricordo l'esperienza poco felice di Carlo in un gruppo-appartamento, e ricordo soprattutto la pena di due genitori che, come troppo spesso è accaduto a tante famiglie, si vedevano soli in trincea nella più difficile delle battaglie: quella "contro" un figlio che la malattia a volte rendeva aggressivo e potenzialmente pericoloso per sè e per gli altri. Ma più di tutto mi resta la  memoria di come anche in quei particolari ambienti emergessero il carattere e l'educazione di Carlo, che lo facevano benvolere da medici, infermieri e pazienti.

Poi, gradualmente, l'età e le terapie avevano sopito gli effetti più gravi e pericolosi. E anche se qualcosa restava, nei discorsi e nelle fantasie, vedere Carlo e parlargli significava sempre ricevere una lezione di forza e bontà, oltre che di intatta intelligenza e cultura.

Avevo pronti nuovi libri sul calcio da darti, e volevi riunire gli amici di sempre: "il dottore e l'avvocato" Claudio ed Ernesto. Ma forse tu volevi che l'amico cronista finisse i suoi anni di lavoro proprio raccontando di te, come quando venni a fare la cronaca della partita di Terza categoria con il Borgorosso e scrissi - non per amicizia - del portiere "Panizzi migliore in campo". Lo eri davvero, amico fragile e sfortunato che non dimenticherò: e, come mi chiedevi sempre, non smetterò di scrivere delle strutture che si occupano delle malattie della mente, quei tarli che a volte colpiscono a tradimento proprio i più buoni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • SFA

    11 Maggio @ 21.48

    è bello leggere parole sentite e chiare che rendono giustizia a Carlo Felice (che come tu dici felice Carlo lo è stato ben poco!). parole vere che ci ricordano Carlo ma anche come la fragilità degli altri sia anche la nostra.. ho conosciuto Carlo diversi anni or sono e nei suoi diversi stati d'animo. .......ricorderò sempre di un giorno in cui lo incontrai mentre passeggiava in una strada di Monticelli. ...era una bellissima giornata di sole al mio saluto e domanda "ciao Carlo come va?" lui mi rispose:"eh...aspetto la morte! "....ma me lo disse quasi ridendo. saggezza.....forse. ....ma ricorderò anche che nell'ultimo anno Carlo si stava riappropriando, con fatica, della sua casa, della sua vita, scendendo a patti con le sue paure, grazie anche a persone che hanno cercato di fare il possibile per farlo sentire al sicuro e in particolare grazie ad una persona, un compagno, che con pazienza e disponibilità l'ha accompagnato macinando km per soddisfare i duoi desideri.

    Rispondi

  • Cicikov

    08 Maggio @ 12.15

    La ringrazio, Balestrazzi. Carlo si meritava questo Ricordo. Un vicino di casa

    Rispondi

  • Biffo

    08 Maggio @ 11.39

    Balestrazzi, sei un vero maestro nel redigere questi pezzi nostalgici, di affetto ed amicizia, di rimpianto sincero; in modo semplice, senza fronzoli, trine, merletti e ricami bizantini<, sei capace di commuovere, di toccare le corde più intime del cuore e di farle vibrare di sentimenti positivi.

    Rispondi

  • Andrea

    07 Maggio @ 22.23

    ciao caro amico mio riposa in pace

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il royal baby di Meghan e Harry in arrivo ad aprile

inghilterra

Il royal baby di Meghan e Harry in arrivo ad aprile

Alseno: festa al Colle San Giuseppe. Ecco chi c'era: foto

feste pgn

Alseno: festa al Colle San Giuseppe Ecco chi c'era: foto

"Prima" al Regio: guarda chi c'era

Un ballo in maschera

"Prima" al Regio Guarda chi c'era  Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Tai Rosso» di Portinari, sorso elegante e raffinato

IL VINO

Il «Tai Rosso» di Portinari, sorso elegante e raffinato

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Polizia allertata dai consiglieri di quartiere: e i pusher scappano abbandonando le dosi

pablo

Polizia allertata dai consiglieri di quartiere: e i pusher scappano abbandonando le dosi

Triste record

41enne parmigiana arrestata tre volte in dieci giorni

IL CASO

Pur di mettere nei guai l'amante della moglie, si autodenuncia e viene condannato

MARZOLARA

Partita con rissa: indagini in corso. Daspo in arrivo?

incendio

Fienile con 800 balloni divorato dalle fiamme a Medesano: dopo oltre 15 ore, l'intervento continua Video

elementari

La consigliera del ministro: «La scuola di Noceto un modello per tutta Italia»

LA SCELTA

Sarà il parmigiano Danilo Coppe a demolire il ponte Morandi

INTERVISTA

Saimir Pirgu: «Orgoglioso del debutto con Verdi al Teatro Regio»

Aziende

A Parma corre la green economy, agroalimentare in testa

FIDENZA

Tagliano le etichette per rubare i vestiti: 4 ragazzi nei guai

Incidente

Travolti due ciclisti a Baccanelli: 53enne in Rianimazione. Un ferito a S.Secondo (Auto nel canale)

5commenti

12 tg parma

Abbattuto il muro su viale Piacenza. Al suo posto un nuovo accesso al Parco Ducale Video

6commenti

gazzareporter

Ore 8: un lettore e l'incontro ravvicinato coi lupi a Noceto Video

L'esperto: "Ecco perché sembrano così tranquilli. E perché non c'è nulla da temere"

3commenti

PONTE GHIARA

Ladri "immortalati" al bar 50 Special: se ne vanno con un maxi-bottino Video

volanti

Giovane e violento (anche in casa): la madre lo fa arrestare

san secondo

"Nuova Pasticceria Lady" ancora tra i top bar d'Italia nella guida del Gambero Rosso

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Mamme e papà state a casa che è meglio

di Francesco Monaco

1commento

NOSTRE INIZIATIVE

Guida a bolli e revisioni: uno speciale con la Gazzetta

ITALIA/MONDO

immigrati

Migrante respinto si lancia dall'aereo e manda in tilt Malpensa. Rintracciato nella notte

Londra

Brexit, Westminster boccia l’accordo (con 230 voti di scarto). La May non si dimette I 5 scenari possibili

SPORT

basilea

Lo spettacolo (di coppa del mondo) dell'equitazione Video

FOTOSONDAGGIO

Impazza il calciomercato: chi vorresti vedere con la maglia del Parma?

SOCIETA'

gusto light

La ricetta "green" - Pizzoccheri con il bitto

UNIVERSITÀ

Da Parma alla Normale: i destini incrociati di tre studenti prodigio

1commento

MOTORI

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross

ANTEPRIMA

La nuova Mazda3 sarà anche Mild Hybrid