×
×
☰ MENU

“Berto” Pinazzi, una vita all'insegna dello sport

“Berto” Pinazzi, una vita all'insegna dello sport

di Massimo Beccarelli

01 Novembre 2021,10:55

E' stato presentato nei giorni scorsi alla cittadinanza di Borgotaro il libro “Una vita nello sport” di Umberto “Berto” Pinazzi, storico massaggiatore della Valtarese Calcio, prima, e della Valtarese Pallacanestro, poi. Il volume, che racconta le esperienze vissute nei lunghi anni di collaborazione con le due società, è stato accolto con grande entusiasmo dal pubblico di sportivi presenti, che gremiva la sala. Per accedere era necessario essere in possesso di regolare green-pass, nel rispetto della vigente normativa anti-Covid.

La presentazione è stata curata da Mirco Delnevo, Presidente della Valtarese 2000, e ha visto la presenza al tavolo di Salvatore Oppo, Presidente della Valtarese Pallacanestro, e di Ugo Vietti, storico allenatore e dirigente del basket borgotarese. Al loro fianco il protagonista della serata, Umberto Pinazzi, accompagnato dallo scrittore Bruno Sala.

Mirco Delnevo ha proprio ricordato che “chi ha scritto materialmente il libro è Bruno Sala, che unitamente al nipote, Marco Dallara, che ha curato la parte fotografica, si è preso l'impegno di seguire la pubblicazione di questo libro”. Bruno è riuscito “in queste pagine, a trasmettere benissimo il carattere, l'intimità e la timidezza” dell'amico Berto.

E' lo specchio di anni in cui “si faceva basket in modo disinteressato”. Tra gli altri aneddoti simpatici ricordati da Delnevo, ci sono quelli legati al pullmino, a cui Berto teneva particolarmente, e all'abbandono e poi al ritorno alla Valtarese calcio.

Ugo Vietti, memoria storica del basket borgotarese, ha ricordato di aver passato, insieme a Berto, tanti anni, e di avere tanti ricordi legati a lui: “Voglio sottolineare la sua grande generosità, la sua grande educazione. È stato il braccio destro del Presidente Emilio Cucchi al quale ha dedicato tutto, ma non solo, perchè queste qualità le ha messe a disposizione per ogni ragazzo che si è affacciato alla palestra della Valtarese. Quindi merita da parte mia un sentito ringraziamento”.

Bruno Sala, che materialmente ha messo su carta i sentimenti di Umberto, ha aggiunto che “quando mi ha manifestato l'intenzione di fare questo lavoro, ho accettato subito il suo invito. Tuttavia, non mi sento veramente uno scrittore. Ma mi sono comunque messo all'opera. Forse ci voleva più un biografo che uno scrittore per esprimere tutta la sua personalità. Comunque mi sembra che, nel complesso, il libro sia venuto bene, anche grazie alle belle foto inserite dal nipote, Marco Dallara”.

Sala si è soffermato poi sulle tante belle doti di Umberto Pinazzi, come la generosità, l'altruismo, e poi le ottime capacità manuali, nella lavorazione del legno al traforo e nella sua attività professionale di saldatore.

Salvatore Oppo, invece, riprendendo alcuni passaggi del libro, ha ripercorso velocemente la storia del basket a Borgotaro negli ultimi 50 anni, con il miglioramento dei campi da gioco, fino ad arrivare alla costruzione del Palazzetto. Ci sono tante persone che hanno contribuito alla storia dello sport borgotarese. “Berto è proprio una di queste persone, magari non appariscenti, ma che certamente hanno dato un apporto fondamentale”.

Oppo ha ricordato anche le tante figure che hanno fatto la grandezza del basket borgotarese, concludendo con l'auspicio che siano i giovani a portare avanti questa storia gloriosa.

Il pomeriggio ha visto anche l'intervento del neo-Sindaco di Borgotaro, Marco Moglia, insediatosi nel corso della mattinata, e presente all'incontro con la Giunta comunale al completo. Dopo aver accennato alla volontà di lavorare in sinergia con le società sportive, per migliorare gli impianti di gioco, ha riconosciuto l'importanza dello sport in genere, perchè “è una metafora della vita. Insegna che solo attraverso il sacrificio e l'impegno si ottengono i risultati”. Inoltre, si è unito agli altri intervenuti, nel tributare “un riconoscimento umano a Berto, perchè è una persona che ha l'attitudine all'ascolto e alla disponibilità”. La presentazione si è conclusa con il breve intervento di Umberto Pinazzi, visibilmente emozionato: “Ho dato tanto allo sport, ma i giovani mi hanno dato molto di più”.

 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI