×
×
☰ MENU

CALCIOMERCATO

Man-Samp, si può fare

Via al mercato: si complica per Farias. Sarà Mihaila la punta? Ufficiale: Busi al Reims. In uscita anche Zagaritis e Daniele Iacoponi

Dennis Man

Dennis Man

di Sandro Piovani

03 Gennaio 2022,17:00

Ci siamo, parte oggi il mercato di riparazione. Che chiuderà a fine mese, il 31 gennaio alle 20. Ventinove giorni per cambiare una squadra: l'idea è quella di inserire un paio di giocatori per reparto. In difesa un centrale e un esterno sinistro, due centrocampisti (tra qualità e sostanza), una prima e una seconda punta. E naturalmente mandare a giocare gli esuberi, tra questi potrebbe esserci qualche nome eccellente.

Man insoddisfatto
Il primo «disagio» della rosa del Parma è indubbiamente Dennis Man: quando entra in campo (non molto per la verità) sembra triste, distaccato, fuori dal progetto. Per lui si cerca un club importante che lo rilanci, un campionato superiore che possa dargli nuovi stimoli. Si parla da giorni di Turchia, di un possibile ritorno in Romania. Il Parma però vorrebbe tenerlo vicino ed ecco che ieri ci sarebbe stato un abboccamento con la Sampdoria di Roberto D'Aversa, tecnico che conosce bene il giocatore. Chi meglio di lui potrebbe rilanciarlo? E il Parma sarebbe anche disposto ad appoggiare il passaggio coprendo una parte dello stipendio: il club crociato è convinto delle qualità di Man. Che deve solo superare questa negatività che lo avvolge.

Farias più no che sì
Proseguono anche i tentativi per avere lo svincolato Farias, ma le sue pretese economiche sono giudicate esose per la serie B. Il Parma dunque, dopo essersi consultato con Iachini, ha pensato a una soluzione interna: la seconda punta potrebbe essere Mihaila. Il giocatore, in difficoltà a giocare da esterno a tutto campo, sembra la spalla ideale per gente come Inglese o Benedyczak. Sarebbe la vera novità tattica per la seconda parte di stagione. Non resta che aspettare e vedere le prime formazioni ufficiali del 2022.

No a Ounas e Mancuso
Il Parma in questi ultimi giorni è stato affiancato spesso a due nomi «pesanti» della serie A: Ounas (attaccante del Napoli) e Mancuso (attaccante dell'Empoli). Al di la dei costi, non sono profili che interessano al Parma. Da più parti arrivano smentite di queste trattative. E la soluzione Mihaila attaccante potrebbe cancellare ogni indiscrezione.

Busi al Reims
Ieri è arrivata anche l'ufficialità della cessione di Maxime Busi allo Stade de Reims: la formula è quella del prestito con obbligo di riscatto in caso di salvezza del club transalpino che milita in Ligue 1, la serie A francese. L'obbligo di riscatto è fissato in 2,5 milioni di euro. Per ora lo Stade de Reims è al quattordicesimo posto (su venti squadre) e veleggia a +7 punti dalla retrocessione.

Uscite imminenti
E a breve, sempre con la formula del prestito, dovrebbero partire anche Zagaritis e Daniele Iacoponi. Il primo potrebbe tornare in Grecia ma ci sono anche un paio di club (svizzeri?) di altri campionati interessati all'esterno sinistro. Un altro giocatore in uscita, con buone richieste dalla serie C, è Daniele Iacoponi. Il Parma è pronto a cederlo in prestito per fargli fare esperienza. Difficile invece che si trasferisca a titolo definitivo, visto che si punta molto sui progressi di questo esterno che in stagione ha avuto poche possibilità di mettersi in mostra visto che ha giocato 44' in campionato (con 4 presenze) e una gara di Coppa Italia. Giustificata dunque la volontà di farlo giocare con più continuità.

Il problema «fuori rosa»
Il Parma vorrebbe risolvere velocemente anche il problema dei cinque giocatori «fuori rosa». Naturalmente più il contratto è lungo e più complicata è la soluzione. Il Parma attuale si è trovato sul groppone contratti in scadenza avanzata. Così il problema più complicato da risolvere riguarda Luigi Sepe che è legato al Parma sino a giugno 2024. Poi ci sono Simone Iacoponi e Mattia Sprocati in scadenza nel 2023 mentre più semplice il discorso che riguarda Vincent Laurini e Luca Siligardi che, comunque vada questa sessione di mercato, da giugno 2022 non saranno più giocatori del Parma. Se in questa finestra di mercato non ci saranno richieste adeguate e in questo caso si intende che soddisfino sia i giocatori che il club, allora si potrebbe cercare un accordo per sciogliere questi legami. Di certo sembra chiusa definitivamente la porta del reintegro.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI