×
×
☰ MENU
☰ MENU

Mulino di sopra: cucina in stile moderno nel rispetto dei sapori

Mulino di sopra: cucina in stile moderno nel rispetto dei sapori

Aperto solo la sera (salvo domenica a pranzo) sembra il locale romantico perfetto, ricavato da un vecchio mulino recuperato a ristorante nel rispetto dei mattoni e dei sassi ripuliti e stuccati con cura, delle travi di legno, dei pavimenti in cotto resi lucidi dall'uso e dal tempo. Salette intime, il portico estivo, servizio informale e una piccola carta dei vini con selezione parmigiana e qualche bottiglia dalle regioni italiane, alcune proposte a bicchiere e vini per accompagnare i dolci. Si arriva per la strada che da Pilastro va a Traversetolo e attenzione all'indicazione sulla destra: imboccate una stradina tra i campi e subito il parcheggio e l'ingresso.

La cucina, i piatti
Preparazioni di cucina in stile moderno segnate dalla presenza di frutta e spezie in molti piatti a dare sfumature e ad allungare il sapore verso rotondità e dolcezza. Anche una lista di piatti col tartufo utilizzato, diciamo così, «in purezza», dunque senza l'aggiunta e il rinforzo di oli o insaporitori: si tratta di tartufo estivo locale dal sapore leggero e delicato, ma senza quell'odore gassoso e sgradevole che accompagna gli aromi chimici. Alcune cose del menu non sono disponibili, altre hanno subito piccole variazioni illustrate dal patron: l'insalata d'orzo, mele caramellate, nocciole e scaglie di Parmigiano ha i ceci al posto dell'orzo ed è un antipasto colorato e leggero, in buona armonia dominata dalle note dolci dei pezzetti di mela caramellata. I tradizionali salumi misti presentano prosciutto e coppa leggermente sapidi, salame giovane di stampo industriale, pancetta dolce e saporosa. Altri antipasti: crostini con prosciutto, melanzane e brie; sformato di spinaci con cuore di formaggio e pancetta; tomino caldo con pesche allo Zibibbo; crostino caldo con burro al tartufo e pancetta.

Tra i primi restiamo sulle preparazioni al tartufo: niente lamelle sui piatti, ma solo una salsa cremosa con Parmigiano e tartufo tritato per un risotto con una giusta cottura al dente o per morbide tagliatelle. Altri primi: strozzapreti tartufo e prosciutto; anolini in salsa noci; risotto pere e rucola; gnocchi di ceci con melanzane e ricotta salata; tortelli di patate al ragù d'anatra. Tra i secondi, al filetto di manzo con salsa di prugne preferiamo quello semplicemente alla griglia con Parmigiano e rucola: l'abbinamento è scontato, ma la carne, pur cotta più di quanto richiesto, è succosa e saporita. Piatto rustico del giorno è la trippa alla parmigiana servita con un sugo rosso di pomodoro molto brodoso, leggera, ben cotta. Altrimenti, costolette di agnello alla griglia; filetto di maiale al curry oppure al tartufo; dadolata di filetto di manzo al Porto e pepe verde.

Per finire
Si chiude con una serie di mousse: al caffè, allo zabaione accompagnato con cioccolato fondente, alle castagne e uvetta. Oppure torta di mele morbida al profumo di cannella con gelato alla crema o la torta sbrisolona e zabaione. I prezzi: coperto euro 3; antipasti 6-9; primi 9-14; secondi 12-20; dolci 5. Menu non esposto, ingresso con gradini, bagni stretti, parcheggio comodo.

Non mancate
Insalata di ceci e mele

© Riproduzione riservata

ALTRI RISTORANTI