Sei in Cinema

cinema

Festival di Cannes rinviato a luglio

27 gennaio 2021, 17:57

Festival di Cannes rinviato a luglio

Con Cannes ufficialmente spostato a luglio, 6-17, che succede alla Mostra del cinema di Venezia? Niente. Le date confermate al Lido cadono già in avanti, dall’1 all’11 settembre; il presidente di giuria è già annunciato, il vincitutto di Parasite, il regista sud coreano Bong Joon-Ho (habituè della Croisette a dirla tutta), resta una selezione da fare, magari con qualche ansia in più e con una ragnatela diplomatica sui talenti in azione tutta da tessere. 
Del resto, si osserva nell’ambito della Mostra, il direttore Thierry Fremaux ha già nella selezione tanti film bloccati nel 2020 e rimasti tali, sia per impegno preso con Cannes e sia per oggettive difficoltà legate all’emergenza sanitaria. Una lista «congelata» capitanata da uno dei titoli su cui c'è maggiore attesa nel mondo cinematografico e che ha rifiutato uscite sulle piattaforme: la nuova opera di Wes Anderson, The French Dispatch, con un cast spaventoso (Benicio del Toro, Adrien Brody, Tilda Swinton, Lèa Seydoux, Frances McDormand, Timothèe Chalamet, Bill Murray). E poi Tre Piani di Nanni Moretti, dal romanzo omonimo di Eshkol Nevo, che vede nel cast, oltre allo stesso Moretti, Margherita Buy, Riccardo Scamarcio, Alba Rohrwacher, Adriano Giannini, tra gli altri. E’ chiaro che Fremaux farà il suo lavoro andando a pescare anche altro, ma la selezione ad un certo punto si fermerà e Venezia potrà avere comunque i tempi giusti.