×
×
☰ MENU

AL CINEMA

Un film wow uno e trino: che sorpresa

Un film wow uno e trino: che sorpresa

di Gianlugi Negri

19 Dicembre 2021,17:39

La magia, l’amore, l’amicizia, le responsabilità, i poteri, la solitudine dell’eroe (buono anche contro i cattivi): in un film letteralmente uno e trino, per il quale non si può che esclamare un liberatorio «wow» di fronte alla sua strabiliante capacità di alzare l’asticella. «Spider-Man: No way home» rappresenta forse il film «definitivo» quando si parla di opere delle quali non dover sapere assolutamente nulla prima di entrare in sala: già il trailer, da solo, svela troppi dettagli e rovina molte sorprese. Persino la lettura dei nomi del cast diventa un problema.

La chiusura della «Home trilogy» di Jon Watts (che arriva dopo «Homecoming» e «Far from home», e riparte dal punto esatto in cui si era chiuso il secondo capitolo) richiederebbe addirittura di non leggere alcuna notizia sul film, prima di averlo visto. In quest’ottica, l’unica cosa che ha senso rivelare è che «No way home» è il perfetto esempio di rappresentazione del concetto di multiverso.

Il più solitario degli eroi Marvel qui incontra anche Doctor Strange, che chiaramente non è il cattivo (né il nemico) ma fa entrare in contatto Peter Parker con le arti mistiche (e la fantasmagorica dimensione specchio). Il giovane supereroe, tra i più ironici e loquaci di sempre, dovrà necessariamente crescere, facendo tesoro delle sue precedenti avventure con gli Avengers per ricordare che cosa significhi, in fondo, il gioco di squadra. Altro, davvero, non si può dire: per una volta anche la critica è un grande potere dal quale derivano grandi responsabilità.

Regia: Jon Watts
Interpreti: Tom Holland, Zendaya, Marisa Tomei
Usa 2021, 2 h e 21'
Genere: Supereroico
Dove: The Space Campus e Parma Centro
GIUDIZIO●●●●

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI