GODZILLA II - KING OF THE MONSTERS

GODZILLA II - KING OF THE MONSTERS
  • Data di uscita:30/05/2019
  • RegiaMichael Dougherty
  • Cast:Kyle Chandler, Millie Bobby Brown, Vera Farmiga, Charles Dance
  • Genere:Azione

Trama

In questa nuova storia vedremo il tentativo eroico dell'agenzia cripto-zoologica Monarch e dei membri che la compongono, di affrontare una batteria di mostri dalle dimensioni impressionanti, tra i quali il possente Godzilla, che si scontrerà con Mothra, Rodan e la sua nemesi estrema, King Ghidorah dalle tre teste. Quando queste antiche super specie - ritenute fino ad allora soltanto delle leggende - torneranno alla vita, combatteranno per la supremazia mettendo a rischio l'esistenza della razza umana.

Guarda il trailer

Il giudizio del nostro critico:

Fa un certo effetto vedere Sally Hawkins (sì, quella della «Forma dell’acqua») in un film come «Godzilla 2». Vabbè: son sempre mostri, come la creatura di Del Toro, e son sempre d’antan (Godzilla al cinema è «nato» nel 1954), ma l’effetto c’è eccome. E così pure per il resto di un cast tutto di livello, che onestamente, qui, fa fatica a esprimere le capacità attoriali. Perché qui, di recitazione vera, ce n’è pochina. E perché in questa operazione mastodontica, pachidermica, guidata dal visionario folle Michael Dougherty, ciò che si privilegia è solo l’azione. Comunque, tant’è. Cast più o meno stellare, budget faraonico, effetti speciali pazzeschi per questo nuovo Godzilla made in Usa, che punta al blockbuster giocando solo sullo spettacolo. I simbolismi e le atmosfere «native» di Godzilla in parte ci sono, ma ciò che prevale sono appunto i mostri. Che sono tanti e cattivi. Quindi combattimenti a go go, distruzioni continue, inseguimenti, urla, disperazioni, apparizioni semi mistiche del nostro (Godzilla) e di tutta la corte degli altri. E pioggia, pioggia, pioggia: piove sempre, in un’atmosfera da apocalisse, da fine di tutto, che non risparmia nessuno.
Giudizio? Solo per appassionati di film di mostri. Per gli altri, una fatica seguire le due ore e dieci. Che sembrano molte di più. L.O.