LAST CHRISTMAS

LAST CHRISTMAS
  • Data di uscita:19/12/2019
  • RegiaPaul Feig
  • Cast:Emilia Clarke, Henry Golding, Michelle Yeoh, Emma Thompson
  • Genere:Commedia

Trama

Katarina vorrebbe fare la cantante ma arriva in ritardo alle audizioni, si alimenta di schifezze ed eccede volentieri nel consumo di alcolici. Per vivere, lavora in un negozio di chincaglierie natalizie a Covent Garden, combinando più danni che altro, e a casa dei genitori ci torna poco, giusto per litigare. Finché non incontra Tom. Simpatico e premuroso, Tom si prende cura di lei, aiutandola ad arginare stress ed egocentrismo e spronandola a ritrovare la versione migliore di se stessa.

Guarda il trailer

Il giudizio del nostro critico:

Benedetta Bragadini

Sulla carta «Last Christmas» poteva essere la commedia romantica contemporanea perfetta, un Natale londinese al tempo della Brexit e, ovviamente, un omaggio a George Michael. La sceneggiatura è scritta da Emma Thompson, che ha vinto l’Oscar per l’adattamento di un classicone come «Ragione e sentimento» e ha scritto pure l’ultimo capitolo di Bridget Jones. Alla regia c’è uno che di comedy se ne intende: Paul Feig, quello di «Le amiche della sposa» e innumerevoli episodi di «The Office». 
Pure la scelta dei piccionicini che si innamorano pareva azzeccatissima: lei è Emilia Clarke, la Madre dei Draghi di «Game of Thrones», mentre lui è Henry Golding, nuovo bello del cinema dopo il successo di «Crazy & Rich». E poi le canzoni di George Michael… cosa poteva andare storto? 
Tutto evidentemente, perché sullo schermo non funziona niente. A partire dalla storia, che sviluppa il colpo di scena peggiore degli ultimi anni: vedere per credere. «Last Christmas» vuole essere il nuovo «Love Actually», ambisce perfino a diventare per George Michael quello che «Mamma Mia!» è stato per gli Abba. Invece George Michael era meglio lasciarlo stare. Soprattutto a Natale.