18°

ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Cerca il meteo del tuo Comune

SCOPRI LE altre SEZIONI

PANE DAL CIELO

PANE DAL CIELO

 
Ex moderatrice fa causa, sono traumatizzata
Facebook

Ex moderatrice fa causa, sono traumatizzata

 
Homo Faber e il Van Dyck restaurato
Spettacolo

Homo Faber e il Van Dyck restaurato

 
Commercio: alla domenica lavorano soprattutto le donne
LAVORO

Commercio: alla domenica lavorano soprattutto le donne

 
Lezioni di magia al castello
Varano

Lezioni di magia al castello

 
Regina Elisabetta
inghilterra

E (incredibilmente) la regina Elisabetta scoppia a ridere

 
Ecco Tarraco, il Suv più grande di Seat
ANTEPRIMA

Ecco Tarraco, il Suv più grande di Seat

 
E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video
TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

 
Offerte di lavoro: 20 annunci per chi cerca un impiego
BACHECA

Offerte di lavoro: 20 annunci per chi cerca un impiego

 
L'Ateneo di Parma visto dagli studenti
UNIVERSITA'

L'Ateneo di Parma visto dagli studenti

 
Amburgo, la città del design che si rivela dall'acqua
Viaggi

Amburgo, la città del design che si rivela dall'acqua

 
Versace in vendita a un gruppo americano?
ECONOMIA

Versace venduta a Michael Kors

 
La festa di Casaltone, Benassi e i Megaborg al Mu, e il nuovo «Operaswing»
PGN

La festa di Casaltone, Benassi e i Megaborg al Mu, e il nuovo «Operaswing»

 
«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità
CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

 
«Sempre al fianco delle famiglie nella gioia e nella sofferenza»
Il ricordo

«Don Domenico, sempre al fianco delle famiglie nella gioia e nella sofferenza»

 
«Bamboo road», il Vermentino naturale di Stefano Legnani
IL VINO

«Bamboo road», il Vermentino naturale di Stefano Legnani

 
Sfilare a New York? Un affare delle sorelle Hadid
MODA

Sfilare a New York? Un affare delle sorelle Hadid Video

 
Chiude la saracinesca il «Mago della forbice»
CROCETTA

Chiude la saracinesca il «Mago della forbice»

 
Corale Verdi: risate assicurate ad agosto con le commedie dialettali
12 tg parma

Corale Verdi: risate assicurate ad agosto con le commedie dialettali Video

 
Torna Gazzarock
MUSICA

L'unico ParmAwards deciso dal pubblico: votate il "vostro" Gazzarock

 
Offerte Kauppa
scegli la tua

Offerte Kauppa

 

film recensioni

L'inganno - Sottile erotismo nel film della Coppola

Il caporale e le bionde nel mondo di Sofia

L'inganno  - Sottile erotismo nel film della Coppola
0

Il giardino delle vergini omicide. Feriti e perduti in territorio nemico nel bel mezzo di una guerra fratricida cosa potreste sognare di più e di meglio che essere amorevolmente accolti e accuditi da Nicole Kidman, Kirsten Dunst e Elle Fanning? Un paradiso in terra. Però attenti, maschi: le apparenze ingannano. Perché se è vero che anche nel mondo di Sofia (Coppola) gli uomini preferiscono le bionde, è altrettanto certo che ogni harem può trasformarsi in mattatoio.
Remake di un classico, spiazzante e feroce, di Don Siegel, «La notte brava del soldato Jonathan» (con Clint Eastwood, allora affascinante quarantenne), «L'inganno» è un film molto elegante, curatissimo in una confe-
zione dove oltre la ricchezza dei costumi e dell'ambientazione non si può non notare il maniacale lavoro sulla luce (sia negli esterni luminosissimi che negli interni notturni, in cui sono le ombre prodotte dalle candele a parlare): un raffinato gioco di seduzione i cui rapporti di forza si poggiano su un equilibrio fragilissimo, destinato ovviamente ad andare in mille pezzi.
Ambientato come l'originale nella guerra di secessione, la pellicola racconta di un caporale nordista (Colin Farrell) in fuga dal campo di battaglia: scovato da una ragazzina, viene portato in un collegio femminile. Dove diventa in breve tempo, per studentesse e insegnanti, la principale attrazione... Lui cerca di salvarsi, le donne di conquistarlo, in un confronto sottile dove vanità, sessualità repressa e gelosia troveranno terreno fertile per sfoderare le unghie.
Se la tensione erotica è evidente, il gioco delle gatte col topo aveva però in Siegel una valenza più marcata e politica: era il '71, ma quel film, a distanza di 46 anni, sembra ancora oggi più moderno e traumatico di questo della Coppola. Che pure, non a caso premiata all'ultimo Festival di Cannes come migliore regista, è brava assai nel creare l'atmosfera così come nel dirigere gli interpreti: rinunciando al punto di vista maschile dell'originale - dichiaratamente antifemminista in un periodo in cui esserlo non era certamente popolare né forse nemmeno consigliabile - per sposarne uno più dichiaratamente (e sadicamente) femminile. E' la vera novità di un film dove i pantaloni - come spesso capita nel cinema della regista di «Marie Antoinette» - li porta sempre chi indossa la sottana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0