14°

ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Cerca il meteo del tuo Comune

SCOPRI LE altre SEZIONI

COSA FAI A CAPODANNO?

COSA FAI A CAPODANNO?

 
Azzurro, mezzo secolo di una canzone che suona un po' come l'inno d'Italia
MUSICA

Azzurro: mezzo secolo di una canzone che suona un po' come l'inno d'Italia

 
In scena una parabola moderna per riflettere su connessioni troppo virtuali
CINEMA AURORA

Traversetolo: in scena una parabola moderna per riflettere su connessioni troppo virtuali

 
Lettere inedite di Giuseppe Verdi all'asta a New York in dicembre
SOTHEBY'S

Lettere inedite di Giuseppe Verdi all'asta a New York in dicembre

 
I party in Taverna e al Black Queen. I concerti a Ronco e al Campus Industry
PGN

I party in Taverna e al Black Queen. I concerti a Ronco e al Campus Industry

 
Cucina di casa alla parmigiana con fantasia
CHICHIBIO

Trattoria Vigolante: cucina di casa alla parmigiana con fantasia

 
Barilla conferma manifestazione di interesse per un ramo d’azienda di pasta Zara
economia

Barilla conferma: "Interessati a un ramo d’azienda di Pasta Zara"

 
Le foto di Furoncoli raccontano il Sessantotto a Parma
MOSTRA

Le foto di Furoncoli raccontano il Sessantotto a Parma

 
Gazzetta Lavoro
impiego

Gazzetta Lavoro

 
iPad pro, il tablet che sostituisce il Pc
HI-TECH

iPad pro, il tablet che sostituisce il Pc

 
Poste: Francesco Balzano nuovo segretario postali Cisl
SINDACATO

Poste: Francesco Balzano nuovo segretario postali Cisl

 
Torta alla crema d'arance, semplice e profumata
LA PEPPA

La ricetta Torta alla crema d'arance, semplice e profumata

 
Toledo, le meraviglie della città delle tre culture
VIAGGI

Toledo, le meraviglie della città delle tre culture

 
70 anni vissuti nel segno della parmigianità
AQUILA LONGHI

70 anni vissuti nel segno della parmigianità

 
Spettacoli, mostre, retrospettive e cena finale: è il Mese della Cultura albanese
«Scanderbeg»

Spettacoli, mostre, retrospettive e cena finale: è il Mese della Cultura albanese

 
Don Maggiali, 60 anni di sacerdozio
DIOCESI

Don Maggiali, 60 anni di sacerdozio

 
Studente dell’Università di Parma testimonial per programma di scambi in Cina
UNIVERSITA'

Uno studente parmigiano diventa "testimonial" di un programma di scambi in Cina Video

 
San Leonardo e Pablo: un patto per la rigenerazione urbana
12Tg Parma

San Leonardo e Pablo: un patto per la rigenerazione urbana Video

 
Sfilare a New York? Un affare delle sorelle Hadid
MODA

Sfilare a New York? Un affare delle sorelle Hadid Video

 
Corale Verdi: risate assicurate ad agosto con le commedie dialettali
12 tg parma

Corale Verdi: risate assicurate ad agosto con le commedie dialettali Video

 
Torna Gazzarock
MUSICA

L'unico ParmAwards deciso dal pubblico: votate il "vostro" Gazzarock

 
Offerte Kauppa
scegli la tua

Offerte Kauppa

 

Gotti - Il primo padrino

John Travolta un «padrino» con troppi cliché

Gotti - Il primo padrino
0

ll limite principale di questo «biopic» sul padrino John Gotti, fortissimamente voluto dal protagonista John Travolta, è che in ogni momento, davvero in ogni momento, viene da pensare a «Quei bravi ragazzi» e a Scorsese.
E non per sovrapposizione, o per citazioni (che pure ci sono), ma per contrasto. Viene da pensare a come l’avrebbe fatto uno come Scorsese, un film così. Diverso, certamente. Comunque non come l’ha fatto Kevin Connolly, che ha provato a inserirsi in un filone ricco di forme codificate, non risparmiando i cliché, ma al suo lavoro non ha saputo dare il respiro del cinema, e la forza narrativa di un grande film. In questo racconto che ci mostra ascesa (soprattutto) e caduta di Gotti partendo dalla fine (un colloquio in carcere col figlio che sta pensando al patteggiamento), e che è tutto un susseguirsi di ammazzamenti, agguati, regolamenti di conti, «marcature del territorio», riti d’affiliazione eccetera eccetera, nonostante tutto il respiro rimane corto, e la narrazione spesso singhiozza. Gotti tra famiglia e Famiglia, padre (e marito) e padrino: a dargli voce e corpo è un John Travolta che rifà padrini già visti, credendoci troppo e soprattutto mancando di guizzi e «scintille».
Ritmo latitante, tutto molto detto, sceneggiatura poco lontana dal tv movie. Nella seconda parte si guarda spesso l’orologio, che sembra non avanzare mai.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0