19°

32°

ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Cerca il meteo del tuo Comune

SCOPRI LE altre SEZIONI

Per la rassegna Metti Una Sera A Cena Alle Ciminiere: Vladimir Luxuria
SCANDIANO

Vladimir Luxuria presenta il libro "Perù aiutami tu"

 
Colpo grosso al femminile
Spettacolo

Colpo grosso al femminile

 
Realcake dinastico
LONDRA

Servita al battesimo di Louis la torta nuziale dei principi. Sette anni dopo

 
SKYSCRAPER

SKYSCRAPER

 
Nona edizione per il grande appuntamento di Lodi con un programma internazionale di valore assoluto
fotografia

Lodi: conto alla rovescia per il Festival della Fotografia etica

 
Migranti, in provincia numeri in calo per gli stranieri accolti
12 tg parma

Migranti, la nuova mappa dell'accoglienza Video

 
"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese
CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

 
Calano le superfici di pomodoro da industria del Nord Italia
agricoltura

Calano le superfici coltivate con pomodoro da industria del Nord Italia

 
Emilia-Romagna, il 75% delle coop controllate è irregolare
REGIONE

Controlli dell'Ispettorato del lavoro: irregolarità in 3 cooperative su 4 in Emilia-Romagna

 
Ottimo avvio per le immatricolazioni all’Università di Parma
PARMA

L'Università: "Ottimo avvio per le immatricolazioni"

 
"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita
MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita

 
Al via i Lambrusco Awards 2018, gara fra 248 vini pop
VINO

Alessandro Borghese condurrà i Lambrusco Awards 2018: gara fra 248 vini "pop"

 
Trova 1.100 euro in strada e li porta ai carabinieri
Casalmaggiore

Trova 1.100 euro in strada e li porta ai carabinieri

 
A Gouda in Olanda si assaggiano il formaggio e la storia
VIAGGI

A Gouda in Olanda si assaggiano il formaggio e la storia

 
Salumi Nuovo marchio:nasce «Culatta Emilia»
economia

Salumi, c'è un nuovo marchio: nasce «Culatta Emilia»

 
Luca Onestini
miss parma

Le bellissime sfilano davanti a Onestini

 
Restauro San Francesco del Prato: più vicino l'obiettivo 2020
PARMA

San Francesco del Prato riaprirà al culto entro fine 2020: restauri più vicini Video

 
Nel Cinghio Sud un nuovo centro civico per giovani e orti sociali
12tgparma

Nel Cinghio Sud un nuovo centro civico per giovani e orti sociali Video

 
Il parlo parmigiano
dialetto

"Io parlo parmigiano" presenta il nuovo spettacolo al Fuori Orario Video

 
Torna Gazzarock
MUSICA

L'unico ParmAwards deciso dal pubblico: votate il "vostro" Gazzarock

 
Offerte Kauppa
scegli la tua

Offerte Kauppa

 

Gli sdraiati

I giovani sul cornicione del terzo millennio

Gli sdraiati
0

Però li sa raccontare i giovani la Francesca: indecifrabili, annoiati, scazzati, spersi, soli al mondo, incompiuti, schiacciati da un peso che nemmeno loro sanno cosa, senza meta, ironici, innamorati, irrisolti, sdraiati. Appesi al cornicione del terzo millennio: che è un attimo, lo sai, cadere. E farsi male.
Altro dai luoghi comuni in cui il mondo degli adulti cerca di recintarli, di contenerli, altro dalle etichette che gli appiccicano sopra e di cui loro stessi si prendono gioco, si fanno scherno. Che se si mettono le mani addosso, i ragazzi, è sempre per una tipa che mica è ancora una donna, ma una bimba immusonita e dagli occhi belli. Altro, soprattutto, da genitori insicuri e prevedibili, spaesati e inadeguati in quello stargli sempre addosso, in quel sentirsi sempre fuori dalla porta, dall’altra parte del muro. Magari pretendendo sincerità senza prima darla, spiegando anche quello che non conoscono, che non sanno.
Nella solitudine del bosco verticale di una Milano non da bere (paese straniero per lei, romana nel midollo), l’Archibugi ascolta i dialoghi di un mondo capovolto, andando al di là del film «semplicemente» generazionale per trasformare il libro-lettera di Michele Serra in un romanzo familiare dove raccontare il rapporto di un padre separato, famoso giornalista televisivo, col figlio liceale. Due «pezzi unici» in cui però si riconoscono in tanti: mondi lontanissimi, incapaci di comunicare, di ammettere le proprie debolezze, di confessare le proprie colpe, che la regista fa scontrare, ma anche avvicinare. Donando a «Gli sdraiati» (nonostante un Bisio un po’ monocorde – a differenza dei ragazzi, bravissimi - e una fotografia a volte piatta) una non scontata sincerità di situazioni e di sentimenti. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0