21°

film recensioni

La paranza dei bambini

Tutto è oggi adesso, subito

La paranza dei bambini
Ricevi gratis le news
0

C’è una cosa molto bella, tra le tante, ne «La paranza dei bambini»: che il passato non esiste e il futuro nemmeno. E’ tutto declinato al presente, oggi, adesso, subito. Alle spalle c’è ancora troppo poco per potersi tatuare, da qualche parte, un ricordo: e davanti non c’è nulla, se non una strada che non porta da nessuna parte, promesse che non si possono mantenere e vite da bruciare in fretta.
E’ un film così, quello di Claudio Giovannesi: si carica sulle spalle il destino dei vuoti a perdere, di chi le cose non riesce mai a cambiarle davvero. Autentico e sincero, vorace e perduto: Rolex al polso e le Nike ai piedi. E i selfie con la pistola in pugno. Che un giorno pianti una pallottola in pancia a un infame e il giorno dopo litighi col fratello più piccolo perché ti ha rubato la crostatina...
C’è violenza, ma anche tenerezza e molta ingenuità nei protagonisti della banda che Giovannesi accompagna sullo schermo dalle pagine di Saviano: ragazzini di 15 anni o giù di lì, adolescenti che sognano la svolta, il giro grosso. Affascinati, nella Napoli di Gomorra, dalle armi e dalle t-shirt col logo in vista: e che, alla prima occasione, cercano di prendersi il quartiere. Perché coi soldi ci compri tutto: il tavolo riservato in discoteca e lo specchio dorato. Alla faccia di chi gli vuole male, alla faccia di chi neanche li considera.
Sempre in movimento (quelle corse sugli scooter, in due e senza casco, nella babele di vicoli-labirinto), molto fisico (i baci, gli abbracci, la vicinanza di un gruppo che è famiglia più che branco), «affamato», «La paranza dei bambini», unico italiano in concorso al Festival di Berlino (dove è stato accolto benissimo), ha un orgoglio, una fierezza quasi primitiva, nel raccontare l’educazione criminale di una generazione senza speranza. Quella a cui Giovannesi – una spiccata sensiibilità e un interesse sincero (come ha dimostrato nelle ottime prove precedenti, «Alì ha gli occhi azzurri» e «Fiore») per i giovanissimi e gli esclusi – restituisce una voce e uno sguardo e sta addosso dall’inizio alla fine, stretto sui volti e sulle nuche. Per girare un film sulla perdita dell’innocenza (di uno e di tutti), là dove la guerra sembra un gioco ma lascia per terra morti veri. E nelle scelte senza ritorno di chi scelta non ha (bello il finale troncato, quasi un «Mucchio selvaggio» svuotato di epica), «La paranza dei bambini» trova la sua cifra, la sua liturgia: affondando gli artigli in un’autenticità (gli interpreti, pescati tra le strade del Rione Sanità, sono tutti alla prima esperienza cinematografica) non corrotta. Come gli occhi fondi del protagonista Francesco Di Napoli, scelto benissimo: adulto-bambino che questa storia se la porta scritta in faccia. Sulle rughe che ancora non ha.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Elvis

PARMA

"Bravo cantante di ballate, ricordiamolo". Ma era Elvis... Fra storia e musica: video

Spring party al Colle San Giuseppe. Chi c'era: le foto

pgn

Spring party al Colle San Giuseppe. Chi c'era: le foto

La casa degli Animals

IL DISCO

La casa degli Animals Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

È iniziata la crisi di social e influencer?

EDITORIALE

È iniziata la crisi di social e influencer?

di Patrizia Ginepri

4commenti

Lealtrenotizie

Giornate di primavera: tutti a caccia di tesori nella città-museo Foto

i like parma

Giornate di primavera: tutti a caccia di tesori nella città-museo Foto

PARMA

Incendio in una palazzina a Porporano  Video

PARMA

Torna la domenica ecologica: limitazioni al traffico entro l'anello della tangenziale Mappa

Limitazioni domenica 24 marzo, dalle 8.30 alle 18.30

Il ricordo

Riccardo Bertoli: il dolore dei commercianti e degli amici

varsi

Incidente nel bosco: grave un motociclista 75enne Il video del Soccorso alpino

Teatro Regio

Ecco chi c'era alla prima del "Barbiere di Siviglia" Fotogallery

INTERVISTA

Dal Lago Santo a Torrechiara: Obbiettivo Natura racconta le meraviglie del Parmense Video e foto

Dalle mostre alla rivista online, è un 2019 intenso per il gruppo fotografico. Il presidente Giovanni Garani spiega le iniziative in programma

incidente

Schianto all'incrocio di via Campioni: due feriti e danni anche alle auto in sosta Foto

il caso

Zerbilli, il carabiniere fidentino che ha fermato il bus guidato da Sy: "Ho avuto paura" Foto

vigili del fuoco

Torrile, garage distrutto dalle fiamme. Inagibile l'appartamento al piano di sopra

12 tg parma

Mentre cammina con gli amici rompe il vetro di un bus, 17enne nei guai Video

12 tg parma

Parma City of Gastronomy: inaugurata la sede temporanea. E partono i laboratori Video

MOBILITÀ

Auto in centro: sì o no? Comune vs. comitato

7commenti

BORGOTARO

Terremoto con un cupo boato

PELLEGRINO

Il sindaco Pedrazzi indagato per abuso d'ufficio

Raid

«La Doria», arrivano i ladri ma gli operai li scoprono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

CORSIVO

"Cara mamma, non è giusto"

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Parma 2020: l'Ateneo e il futuro della città

di Nicola Occhiocupo

ITALIA/MONDO

NORVEGIA

Nave da crociera in avaria: 1.300 persone da evacuare nel mare in tempesta

Violenza

Abusi su una 18enne, due arresti a Piacenza

SPORT

scherma paralimpica

Bebe Vio centra la vittoria numero 21 in Coppa del Mondo

Ciclismo

Julian Alaphilippe vince la Milano-Sanremo. Nibali è ottavo

SOCIETA'

VELLUTO ROSSO

Il "Barbiere", un Amleto "take away" e proposte "impertinenti" Video

bassa reggiana

Accusa un pirata della strada ma era caduta da sola: casalinga denunciata

MOTORI

ANTEPRIMA

La Porsche Cayenne diventa Coupé Foto

MOTORI

Techroad: Dacia si veste di rosso (e costa solo 3 euro al giorno)