Sei in Economia

RISPARMI

Dove investire nel 2020: azioni sì, ma con cautela

Dopo un 2019 scoppiettante, con crescite spesso a due cifre, è facile farsi prendere dall'euforia. Abbiamo chiesto a 5 gestori i suggerimenti per l'allocazione dei risparmi in un contesto economico complicato. Il primo consiglio: evitare il «fai da te»

di Aldo Tagliaferro -

20 gennaio 2020, 11:31

Dove investire nel 2020: azioni sì, ma con cautela

Bravo chi ci capisce qualcosa: orientarsi sui mercati non è mai stata materia per il «fai da te», ma oggi se possibile è ancora più complicato perché sono troppe le variabili da tenere in considerazione. Dopo un 2018 decisamente turbolento, usciamo invece ora da un anno - il 2019 - entusiasmante: l'indice azionario globale Msci World è salito del 25% (!) in dodici mesi grazie alla corsa di Wall Street eppure appena il 40% dei comparti è riuscito a battere gli indici. Ancora: sono cresciuti a due cifre il petrolio, le azioni Usa, le blue chips italiane, l'oro, i titoli di Stato italiani: può durare tutto questo? 
Passiamo allo scacchiere globale: la grande paura scatenata dalla guerra dei dazi sembra passata dopo l'accordo raggiunto  mercoledì scorso tra Usa e Cina, ma la fase delicata nei rapporti tra le due superpotenze deve ancora venire. Al contrario i venti di guerra che spirano in Medio Oriente hanno avuto un impatto sull'oro nero molto più contenuto rispetto a quanto sarebbe accaduto solo qualche anno fa, quando gli Stati Uniti non avevano ancora cavalcato l'onda dello shale gas. Che fare? Abbiamo posto 5 semplici domande ad altrettanti  gestori per capire cosa fare dei nostri risparmi nel 2020.