Sei in Economia

Sace, nel primo quadrimestre nuove operazioni per 5,9 miliardi

20 maggio 2020, 12:23

Sace, nel primo quadrimestre nuove operazioni per 5,9 miliardi

ROMA (ITALPRESS) - Sace raddoppia nel primo quadrimestre le operazioni deliberate a sostegno del Made in Italy nel mondo. Passano, infatti, da 2,6 miliardi a 5,9 miliardi gli impegni deliberati, segnando un incremento del 130% rispetto all'anno precedente, che si traducono in sostegno al business delle imprese italiane nei mercati esteri. Un trend di crescita confermato anche dal numero di operazioni supportate (+17%) e dal confronto mese su mese, con 700 milioni aggiuntivi realizzati tra aprile e marzo, nonostante la congiuntura economica. Nonostante la contrazione dell'economia nazionale, e' in aumento anche il numero di imprese sostenute (+3% rispetto ad aprile 2019), in particolare del segmento delle Pmi, pari a oltre l'80% del totale delle aziende servite con l'ampia e diversificata gamma delle soluzioni assicurativo-finanziarie del polo. A trainare i volumi, sono state le operazioni deliberate a sostegno delle attivita' di export delle imprese italiane (+157% rispetto allo stesso periodo del 2019). Tra i settori che ne hanno beneficiato maggiormente vi sono comparti tipici del Made in Italy come la meccanica strumentale, l'agroalimentare e gli altri beni di consumo, le infrastrutture e costruzioni, l'oil&gas, l'energetico, il chimico/petrolchimico e il crocieristico. In termini di geografie, e' stato registrato particolare dinamismo nel continente americano, in Medio Oriente e Nord Africa e in Africa Subsahariana. "Anche in questa fase, le imprese italiane hanno mantenuto una forte proiezione internazionale e hanno trovato in Sace un sostegno concreto nei propri progetti di crescita - ha dichiarato l'Ad Pierfrancesco Latini -. Il forte aumento delle operazioni deliberate in questo tradizionale ambito di attivita' di Sace e' il segno del nostro impegno per la competitivita' del tessuto imprenditoriale ed economico nazionale, nella prospettiva della ripartenza che tutti auspichiamo". (ITALPRESS). ads/com 20-Mag-20 11:31

© RIPRODUZIONE RISERVATA