Sei in Economia

ECONOMIA

L'Isola D'Oro: Il 2021 riparte da qualità e cultura del cibo

Nuove strategie in campo. L'azienda accelera sul canale dell'e-commerce

14 gennaio 2021, 09:19

L'Isola D'Oro: Il 2021 riparte da qualità e cultura del cibo

Nel 2020, anno complesso che ha spinto le aziende a ripensare le strategie, c’è stato slancio anche per nuovi progetti. 

L’Isola D’Oro, realtà parmigiana di conserve ittiche, sta definendo importanti novità, organizzative e di prodotto, unite da un tratto comune: diffondere la cultura del cibo italiano di qualità, valorizzando il passato in chiave antropologica e salutistica. «La pandemia ha fatto emergere alcuni orientamenti a cui abbiamo risposto attingendo ai nostri valori e all’innovazione – spiega Donatella Zarotti, responsabile comunicazione dell’azienda –. A giorni partiremo con il nostro e-commerce, alleato che ci avvicinerà ai consumatori di tutto il mondo e a cui dedicheremo un’intensa divulgazione social sulla qualità dei prodotti e il loro impiego in cucina. Nel rispetto della sostenibilità delle produzioni e del packaging, nel 2020 abbiamo inserito nuove specialità alimentari arricchite di superfood come curcuma e zenzero». Non solo. «Nel 2021 lanceremo sul mercato il frutto di una nuova visione di prodotto - prosegue Donatella Zarotti -: si tratta del Garum, un condimento, com’è l’olio per noi, usato dagli antichi romani su qualunque cibo, un simbolo di unione attraverso il cibo». 

La ricetta «segreta» realizzata da L’Isola D’Oro è stata sviluppata insieme a un gastronauta di Roma e un tecnologo alimentare di Parma, integrando così origine e competenze, ed è il risultato di pesce azzurro, olio di oliva, agresto (succo d’uve acerbe bio), sale marino e oltre dieci erbe dalle note qualità salutistiche (aglio, coriandolo, noce moscata, finocchio, rosmarino, maggiorana, alloro, origano, basilico, timo). Attingendo all’archeo-gastronomia con l’Università di Firenze, saranno divulgate ricette antiche, anche con il Garum, reinterpretate in chiave moderna. 

«Incarna perfettamente la cultura italiana e mediterranea - conclude Zarotti -  la stessa che da sempre coadiuviamo e sosteniamo in modi diversi». Di recente, infatti, l’azienda parmigiana ha aderito ad un importante format artistico su Picasso/Guernica ispirato all’armonia universale «against all odds», che unisce inediti di Morricone dedicati, i musici dell’Orchestra di Santa Cecilia e la recitazione di Michele Placido e che vedrà la luce nel 2021.