Sei in Economia

BANCHE

Crédit Agricole chiede ai soci di Creval di rinviare la nomina dei nuovi vertici

L'assemblea si riunirà il 19 aprile, due giorni prima della scadenza dell'opa 

31 marzo 2021, 16:30

Crédit Agricole chiede ai soci di Creval di rinviare la nomina dei nuovi vertici

Crédit Agricole chiede ai soci del Creval (Credito Valtellinese), che si riuniranno in assemblea il 19 aprile per rinnovare il cda della banca, di esprimersi sul differimento della nomina «alla prima data utile successiva alla chiusura» dell’opa lanciata dai francesi, la cui chiusura è prevista per il 21 aprile. 

Agricole in una nota sottolinea che rinviare la nomina dei nuovi vertici di Creval sarebbe opportuno poiché, se l'offerta pubblica d'acquisto andrà in porto, ci sarebbero altri cambiamenti degli organi amministrativi della banca. In pratica, si potrebbe assistere a un doppio rinnovo dei vertici in poco tempo. Da qui la richiesta agli azionisti di discuterne eventualmente dopo il 21 aprile. 

Nel biasimare la scelta del cda di procedere al rinnovo due giorni prima della chiusura dell’opa, inoltre, Agricole evidenzia che il cda uscente di Creval ha anche chiamato l’assemblea ad esprimersi su «un nuovo piano 'Bonus Pool 2021'» che contiene modifiche alle politiche di remunerazione della banca tali «da renderlo assimilabile - senza che ciò sia adeguatamente portato all’attenzione degli Azionisti - ad un c.d. «golden parachute» (paracadute dorato, ndr) per i relativi beneficiari».

 Nel secondo giorno dell’Opa di Credit Agricole sono state presentate 498 richieste di adesioni, che portano il totale a 764. Lo annuncia Borsa Italiana sottolineando che al momento le adesioni sono pari allo 0,00112% dell’offerta, che terminerà il prossimo 21 aprile. Borsa Italiana ricorda inoltre che le azioni ordinarie Creval acquistate sul mercato il prossimo 20 e 21 aprile non potranno essere apportate in adesione all’offerta.