Sei in Economia

cibus

Parmigiano Reggiano, il primo semestre del 2021 è da record: +12,5% vendite

31 agosto 2021, 18:55

Parmigiano Reggiano, il primo semestre del 2021 è da record: +12,5% vendite

Il Parmigiano Reggiano chiude il primo semestre 2021 con risultati eccezionali, le vendite a volume hanno registrato una crescita del +12,5% rispetto al periodo pre-pandemia, 17.239 tonnellate contro le 15.330 del 2019, mentre gli altri formaggi stagionati a pasta dura si sono fermati al -0,3%. Il bilancio è stato diffuso in occasione di Cibus, il Salone internazionale dell’alimentazione che si è aperto oggi a Parma. 
«Un dato straordinario - sottolinea il consorzio - se si considera l’impatto del Covid sulla capacità di spesa delle famiglie, e di riflesso sul carrello del supermercato, ma anche di tutte le altre minacce provenienti dall’estero: innanzitutto Brexit, poi i dazi Usa - ora sospesi - e il fenomeno dell’Italian Sounding che alimenta un mercato parallelo da due miliardi di euro». 
Anche dal punto di vista del prezzo, il 2021 ha fatto registrare un andamento positivo e stabile: la quotazione del Parmigiano Reggiano 12 mesi da caseificio produttore si attesta intorno ai 10 euro al chilo, contro i 7,99 euro al chilo di un anno fa (fonte: Borsa Merci Camera di Commercio Di Parma).