×
×
☰ MENU

INDUSTRIA ALIMENTARE

Lactalis: ricavi +11% negli ultimi cinque anni

Lactalis: ricavi +11% negli ultimi cinque anni

29 Novembre 2021,16:23

In un periodo in cui l’industria mondiale ha dovuto pagare il costo dell’emergenza pandemica, il settore agroalimentare è riuscito a ripartire prima di tanti. E, in particolare, nonostante la crisi dovuta al Covid Lactalis in Italia ha visto aumentare i ricavi dell’11% dal 2016 al 2020.

Questi i dati della ricerca di The European House - Ambrosetti presentata durante il Forum «L'industria alimentare: fattore di crescita e innovazione per la ripresa economica e lo sviluppo sostenibile del Paese. Il contributo di Lactalis in Italia», organizzato dal Gruppo Lactalis in Italia e di The European House Ambrosetti a Milano. A esporre i dati Emiliano Briante, che ha proposto i dati raccolti che riguardano la multinazionale casearia.

Lactalis ha attualmente 30 siti di produzione in Italia, spalmati su 10 regioni, e nel 2020 ha chiuso con 2,3 miliardi di euro di ricavi, con il 43% che arriva da Parmalat e il 51% da Galbiati. Questo significa, come detto, che i ricavi realizzati da Lactalis in Italia sono cresciti dell’11% dal 2016 al 2020, con anche il 2020, in piena crisi pandemica, che ha visto una variazione positiva dello 0,6% rispetto al benchmark economico italiano. All’impatto diretto di 2.326 milioni di euro, si aggiungono poi i 3.487 milioni di impatto indiretto, che con l'indotto porta a più di 6 miliardi di ricavi prodotti in Italia.  

L’industria agroalimentare è uno dei settori più importanti nella realtà economica italiana e anche da un punto di vista occupazionale è primario. Soprattutto se si distende sull'intero territorio nazionale. Lactalis ha presentato i dati occupazionali in Italia, con 5mila dipendenti diretti nei 30 stabilimenti presenti in 10 regioni, ma che crescono a circa 18mila con gli occupati indiretti e che coinvolgono 16 regioni italiane.

«Credo che il fattore più importante sia la capacità di Lactalis di essere capillare su tutto il territorio, con siti di produzione in metà delle regioni italiane e con le attività produttive che coinvolgono 16 regioni. Siamo parte di un Gruppo che ha dato valore e sostiene il localismo in tutte le sue forme: prodotti, territori, persone ma che allo stesso tempo è presente nei mercati di 150 Paesi. La nostra dimensione può assicurare investimenti e progettualità in grado di contribuire concretamente allo sviluppo e rinnovamento del settore agro-alimentare e del comportato lattiero-caseario italiano in particolare, garantendo una forte spinta all’internazionalizzazione. Cerchiamo di contribuire alla competitività del nostro settore in modo che possa garantire sostenibilità non solo economica e sociale ma anche ambientale e nutrizionale essenziali per il futuro. Essere parte di un gruppo come Lactalis permette ai prodotti italiani di arrivare ovunque dalle piccole comunità locali ai grandi mercati internazionali», ha dichiarato Giovanni Pomella, General Manager di Lactalis Italia.  

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI