×
×
☰ MENU

Cepim

Interporto: elettrificazione e collaudo tecnico del nuovo terminal ferroviario

14 Gennaio 2022,16:53

Martedì 11 gennaio è avvenuto il collaudo tecnico definitivo dal primo step infrastrutturale dell’impianto di elettrificazione della dorsale di collegamento tra la stazione ferroviaria di Castelguelfo e l’interporto di Parma.

La futura linea elettrificata consentirà di ridurre tempi e costi relativi alla manovra ferroviaria, fino ad oggi effettuata con l’uso di locomotori diesel.

Il progetto di elettrificazione prevede, non solo la posa per alimentazione di energia elettrica, ma anche tutti gli apparati di segnalamento e governo del traffico lungo la tratta che la trasformeranno così nella prosecuzione della linea Milano-Bologna assegnando all’interporto un proprio codice stazione. Completano l’opera l’installazione di tre binari all’interno del fascio base di presa e consegna. Tutto questo consentirà alle Imprese Ferroviarie l’ingresso e la partenza diretta in autoproduzione. 

Questo upgrade tecnologico unito ad un necessario ed ulteriore potenziamento dell’infrastruttura ferroviaria del fascio base di presa e consegna avrà come obiettivo quello di accompagnare ed aumentare con asset altamente funzionali e moderni, la capacità attuale unita alla sempre maggiore richiesta di traffico intermodale.

Nel complesso delle iniziative e degli investimenti ferroviari e intermodali si inseriscono anche i lavori di potenziamento del nuovo terminal, che sono stati avviati nel 2020, e che porteranno verso la realizzazione di un terminal ferroviario di circa 120mila mq, in grado di ricevere e gestire convogli ferroviari a standard europeo a massima lunghezza e peso supportati dalla linea. 

“Stiamo procedendo alle ultime fasi di realizzazione di questo imponente progetto, sicuramente la strada è ancora lunga, ma siamo orgogliosi del lavoro svolto finora e auspichiamo un netto miglioramento dell’attuale servizio ferroviario, una notevole riduzione di costi e soprattutto un’attenzione sempre maggiore all’impatto ambientale del nostro territorio - afferma il presidente di Cepim Gianpaolo Serpagli -. Siamo soddisfatti dell’esito del sopralluogo per il collaudo tecnico, l’obiettivo del progetto sarà anche quello di migliorare la connessione stradale dell’Interporto di Parma superando il collo di bottiglia relativo all’accesso al terminal”.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI