Sei in L'esperto

LA PAROLA ALL'ESPERTO

Cosa succede se uno degli inquilini se ne va

È un caso molto frequente: a prescindere dagli accordi personali, chi rimane nell'appartamento  è tenuto al pagamento del canone per intero

25 novembre 2019, 11:15

Cosa succede se uno degli inquilini se ne va

IL QUESITO
Sono proprietario di un appartamento composto da 3 camere da letto, una cucina e due bagni, concesso in locazione a tre inquilini. Uno di loro intende lasciare l'appartamento e gli altri due non hanno intenzione di pagare il canone anche per la terza quota. Hanno sottoscritto il contratto in tre con l'impegno, avvenuto privatamente tra loro, che ciascuno avrebbe provveduto al pagamento di un terzo della. E' legittimo il recesso di uno solo? Gli inquilini restanti possano rifiutarsi di corrispondere la quota di chi ha lasciato?  G. N.

 

Laura Acquistapace*

Gentile lettore, il suo è un problema molto frequente tra i proprietari di immobili in città. È bene da subito chiarire che, nel caso di locazione sottoscritta da più conduttori, ognuno di essi, nel rispetto delle norme e delle pattuizioni contrattuali in materia di locazione, ha facoltà di recedere dal contratto anche senza che gli altri facciano lo stesso. Nel qual caso, però, quest'ultimi non potranno opporsi al pagamento per intero del canone pattuito in contratto.

L'EFFICACIA
In altri termini, una volta intervenuto il recesso da parte di uno dei tre inquilini, il contratto resterà efficace nei confronti degli altri due i quali, di conseguenza, dovranno impegnarsi a pagare l'intero importo del canone stabilito in contratto.
Si precisa che l'obbligo di versare la quota del canone dell'inquilino recedente non si «divide» tra i conduttori rimasti, ma ognuno di essi è obbligato, in solido agli altri, al pagamento del canone per intero. Così che il proprietario potrà sempre richiedere anche ad uno solo dei conduttori il pagamento dell'intero canone.

GLI ACCORDI PRIVATI
Va da sé che eventuali accordi intervenuti tra gli inquilini, di qualsiasi natura o genere, non possono essere opposti al proprietario e servono solo a regolarizzare i loro rapporti interni.
*Avvocato

_____________

Inviate le  vostre domande  su  fisco, lavoro, casa,   previdenza a esperto@gazzettadiparma.net