Sei in L'esperto

LA PAROLA ALL'ESPERTO / CASA

Il superbonus? Non vale solo per i condomini

di Daniela Barigazzi* -

08 giugno 2020, 11:53

Il superbonus? Non vale  solo per i condomini

IL QUESITO
Sento parlare molto del superbonus al 110% ma non ho capito se è solo per edifici condominiali o se posso invece fruirne per la casa singola di mia proprietà in cui abito.
Lettera firmata

________________

La risposta è positiva per il lettore che potrà accedere al beneficio fiscale del 110% introdotto dal D.L. n. 34 del 19 maggio 2020 (“Decreto rilancio”) purchè rispetti i requisiti elencati dall’art.119 del decreto stesso; vi si prevedono incentivi per l’efficientamento energetico, sisma bonus, fotovoltaico e colonnine di ricarica di veicoli elettrici”.
 La detrazione si applica nella misura del 110% per le spese, documentate e rimaste a carico del contribuente, sostenute dal 1° luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021, da ripartire tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo nei casi che per brevità si devono riportare soltanto in sintesi, rimandando alla lettura del testo dell’articolo in esame: -interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio stesso; -interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per riscaldamento, raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione; -stessi interventi per le unifamiliari; -interventi di messa in sicurezza antisismica degli edifici.
IN ATTESA DEI DECRETI
Va tuttavia precisato che dovranno essere emessi i decreti attuativi che saranno fondamentali per definire, ad esempio, i requisiti tecnici che i progetti devono rispettare per accedere al bonus e le modalità di trasmissione delle asseverazioni rilasciate dai professionisti. Nel caso di eco-bonus occorrerà infatti dimostrare che l’edificio avanza di due classi energetiche o quantomeno va in quella più alta; nel caso in cui si scegliesse di optare per la cessione del credito, occorrerà il visto rilasciato da un commercialista o da un Centro di Assistenza Fiscale di conformità dei documenti per poi farsi confermare il rispetto dei requisiti tecnici e della congruità della spesa sostenuta in relazione agli interventi eseguiti.
GLI EMENDAMENTI
In ogni caso il superbonus rimane una grande opportunità, sia per gli edifici condominiali sia per chi abita una casa singola, per contenere il consumo energetico e per metterli in sicurezza. Proprio per questo motivo Confedilizia si sta battendo, e già sono già stati depositati emendamenti in tal senso, per ottenere sia l’estensione del beneficio fiscale in esame anche alle seconde case sia la proroga del termine (attualmente al 31 dicembre 2020) fino a tutto il 2022.
Avvocato

_____________

Inviate le  vostre domande  su  fisco, lavoro, casa,   previdenza a 
esperto@gazzettadiparma.net