Sei in L'esperto

LA PAROLA ALL'ESPERTO / PREVIDENZA

Come riscattare i mesi di servizio civile

Inviate le  vostre domande  su  fisco, lavoro, casa,   previdenza a  esperto@gazzettadiparma.net  

15 febbraio 2021, 12:34

Come riscattare i mesi  di servizio civile

IL QUESITO
Mio figlio ha il regolare periodo di servizio civile (credo 10 mesi) presso un ente di Parma (che ora non trova la documentazione relativa) nel 1997 da riscattare a fini pensionistici. Come fare?
P.L.

Paolo Zani*
La normativa riguardo al riconoscimento del periodo di servizio civile ai fini previdenziali si è evoluta nel tempo: cerchiamo di fare un po’ di chiarezza nel merito. In premessa, è opportuno dire che questi periodi sono senz’altro validi ai fini pensionistici; si tratta di verificare il periodo temporale in cui è stato svolto e agire di conseguenza.
A seguito della sospensione definitiva al 31/12/05 del servizio militare obbligatorio, il D.Lgs 77/02 ha disposto che, a decorrere dal 1° gennaio 2006, lo svolgimento del Servizio Civile avvenga esclusivamente su base volontaria. Sono ammessi a prestare Servizio Civile i giovani di età compresa tra i 18 e  i 28 anni. 

SERVIZIO CIVILE SVOLTO PRIMA DEL 1° GENNAIO 2006
Per i volontari avviati al Servizio Civile fino al 31 dicembre 2005 il servizio svolto è riconosciuto ai fini previdenziali con l'accredito figurativo gratuito, sia nel settore pubblico che privato, analogamente al servizio militare obbligatorio. Per i volontari avviati nel corso del 2005 la norma va applicata anche ai periodi di servizio prestati nel 2006.

SERVIZIO CIVILE SVOLTO TRA IL 2006 E IL 2008
L'Agenzia delle Entrate ha chiarito che i compensi per il servizio civile  sono equiparati ai  redditi di collaborazione coordinata e continuativa, poiché il rapporto d'impiego dei volontari non è configurabile come vero e proprio rapporto di lavoro dipendente. Ergo,  i Volontari del Servizio Civile avviati al servizio dal 1° gennaio 2006 in poi e fino al 2008  devono essere iscritti come collaboratori alla Gestione separata Inps per i compensi percepiti. Come detto più sopra la norma non opera per i periodi di servizio prestati nel 2006 dai volontari già avviati nel corso del 2005.

SERVIZIO CIVILE SVOLTO DOPO IL  2008
Il D.L. 185/08 (art. 4, c. 2), convertito in L. 2/09, ha previsto che, per i volontari avviati al servizio dal 1° gennaio 2009 in poi, i periodi sono riscattabili, secondo la disciplina generale e senza alcun onere a carico del Fondo Nazionale del Servizio Civile. L’onere di riscatto, quindi, è a totale carico dell’interessato. La facoltà di riscatto, totale o parziale, può essere esercitata a condizione che:
    il soggetto interessato abbia almeno un contributo, non importa se precedente o successivo il periodo di servizio civile,  nella gestione pensionistica in cui chiede il riscatto; 
i periodi di cui si chiede il riscatto non siano già coperti da contribuzione (obbligatoria, figurativa o da riscatto) né nella suddetta gestione pensionistica, né in tutte le altre richiamate dalla legge (Fondo Pensioni Lavoratori dipendenti, gestioni speciali dei lavoratori autonomi, Gestione Separata, fondi sostitutivi ed esclusivi). 
La presentazione della domanda di riscatto non è soggetta a termini di decadenza e quindi la si può presentare quando si vuole.
Per quanto detto, collocandosi il periodo di servizio civile in data anteriore al 2006, basta inoltrare all’INPS  la domanda di accredito di contribuzione figurativa, senza alcun onere. Non è necessario alcun riscatto. L’Ente presso cui si è svolto il servizio civile deve certificare il periodo esatto di svolgimento; mi sembra strano che l’Ente non sia in possesso di documentazione idonea.
*www.tuttoprevidenza.it

Inviate le  vostre domande  su  fisco, lavoro, casa,   previdenza a  esperto@gazzettadiparma.net