Sei in L'esperto

L'ESPERTO / CASA

Danni agli spazi comuni: le responsabilità

Inviate le  vostre domande   su  fisco, lavoro, casa,   previdenza a   esperto@gazzettadiparma.net  

15 marzo 2021, 11:04

Danni agli spazi comuni:  le responsabilità

IL QUESITO
Un conduttore di un appartamento in stato di ebrezza, ha urtato con l'auto  il cancello carraio del condominio. Il cancello  è stato riparato e la fattura  è stata intestata al condominio. Il responsabile ha lasciato l’appartamento quindi non è stato possibile attribuirgli la spesa. Né ha pagato le spese ordinarie di gestione. A chi imputarle?

Lettera firmata

di Carlo Alberto Del Chicca*
Per quanto riguarda le spese di gestione ordinaria non pagate dal conduttore, è pacifico che rimangono a carico del proprietario dell’appartamento, il quale dovrà versarle al condominio e successivamente potrà rivalersi sul conduttore in base al rapporto di locazione posto in essere.

Per il danno al cancello carraio la questione è diversa perché per il fatto illecito derivante dal comportamento del conduttore, è tale per cui dovrà risponderà egli stesso, non potendosi addebitare alcuna colpa/responsabilità e spesa al proprietario.

L’articolo 2043 del Codice Civile prevede che qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno. Di conseguenza il condominio avrà la possibilità di chiedere il risarcimento danno all’ex conduttore dell’immobile, in prima battuta con una lettera raccomandata, in secondo luogo con una eventuale causa, suggerirei solo in caso di buona probabilità di recuperare il danno. Nell’ipotesi che il conduttore non sia più reperibile, purtroppo il costo sostenuto per la riparazione andrà ripartito tra tutti i condomini.
*Avvocato, consulente Confedilizia Parma

IN COLLABORAZIONE CON