Sei in L'esperto

LA PAROLA ALL'ESPERTO / FISCO

Il Superbonus e le barriere architettoniche

 
Inviate le  vostre domande  su  fisco, lavoro, casa,   previdenza a  esperto@gazzettadiparma.net  
 

di Daniele Rubini e Francesca Brizzolara* -

11 aprile 2021, 16:28

Il Superbonus  e le barriere architettoniche

IL QUESITO
In un edificio unifamiliare il marciapiede esistente risulta largo poco meno di 1 metro. Si prevede di realizzare un cappotto termico esterno all'edificio di spessore 10-12 cm. circa. A seguito dei lavori del cappotto, il marciapiede diminuirebbe la larghezza sotto i 90 cm. prevista dal DM 236/1989 e nell'edificio risiede un portatore di handicap... le opere per il rifacimento  possono essere lavori accessori che beneficiano del Bonus 110%
Lettera firmata

A seguito delle modifiche apportate all’interno dell’ultima legge di bilancio, tra gli interventi trainati dal Superbonus 110% sono stati inseriti quelli relativi all’eliminazione delle barriere architettoniche.

Occorrerà quindi che i lavori di cui sopra siano effettuati in concomitanza a interventi trainanti, tra cui a titolo esemplificativo e non esaustivo si ricordano:

 - Interventi di isolamento termico sugli involucri;

 - sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni;

 - sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti.

Per comprendere quali possano essere gli interventi ricompresi all’interno della categoria “abbattimento di barriere architettoniche” occorrerà fare riferimento a quanto contenuto nella circolare 19 E del 2020 dell’Agenzia delle Entrate, la quale stabilisce che: le opere finalizzate all’eliminazione delle barriere architettoniche possano essere realizzate sia sulle parti comuni che sulle singole unità immobiliari e si riferiscono a diverse categorie di lavori quali, ad esempio, la sostituzione di finiture (pavimenti, porte, infissi esterni, terminali degli impianti), il rifacimento o l’adeguamento di impianti tecnologici (servizi igienici, impianti elettrici, citofonici, impianti di ascensori), il rifacimento di scale ed ascensori, l’inserimento di rampe interne ed esterne agli edifici e di servoscala o di piattaforme elevatrici.

Gli interventi devono tuttavia rispettare le caratteristiche tecniche previste dal DM n. 236 del 1989.

In riferimento al quesito posta dal lettore, il rifacimento del marciapiede, meglio ancora se dotato di rampa, rientra tra gli interventi trainati dal superbonus 110% sempreché rispetti le caratteristiche tecniche previste dal DM n. 236 del 1989.
*Commercialisti, Studio Errei