Sei in Hi tech

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

17 settembre 2018, 17:53

Chiudi
PrevNext
1 di 3

Siamo all’alba di una vera e propria rivoluzione nella computer graphics. Dopo tante parole, il ray tracing, una delle tecnologie che rendevano ancora distinguibili le scene precalcolate di un film da quelle in tempo reale di un videogame, è pronto a fare il suo debutto anche sui normali Pc. Le prime schede grafiche pensate per sfruttare a casa il sistema, che gestisce la luce come un complesso fenomeno fisico spingendo l’effetto verso il fotorealismo, sono in uscita questo mese, con la serie Rtx di Nvidia. E se il futuro del gaming ha i contorni della stupefacente tech demo a tema Star Wars mostrata da Epic alla Gdc di San Francisco a inizio anno, sono già diversi i titoli che puntano ad avvantaggiarsi del ray tracing, compreso il nuovo Tomb Raider, per il quale nelle prossime settimane è atteso un aggiornamento ad hoc proprio per sfruttare le caratteristiche avanzate delle ultimissime schede video delle configurazioni Pc di fascia alta. Shadow of the Tomb Raider, pubblicato dalla major Square Enix anche per console Ps4 e Xbox One, costituisce uno dei kolossal della stagione, nonché il finale della trilogia con cui nel 2013 è ripartita la storica saga, raccontando le origini dell’archeologa Lara Croft e reimmaginando in chiave più contemporanea il mito di Tomb Raider. L’avventura in questo terzo capitolo del reboot si sposta in Centro e Sud America, tra i misteri delle civiltà precolombiane e i pericoli della giungla, sorta di coprotagonista destinata a forgiare Lara, che da preda e sopravvissuta in Shadow of the Tomb Raider si trasformerà in cacciatrice. Un percorso di crescita del personaggio evidenziato anche dai toni dell’episodio, che si appoggia proprio sui giochi di luce e di ombre per dettare l’atmosfera cupa del racconto, secondo quella scuola cinematografica, molto attenta alle sfumature della fotografia, che le nuove tecnologie stanno portando avanti nel digital entertainment. Il ray tracing, quando attivo, dovrebbe aiutare ulteriormente in alcune sottolineature, ma la sua prima grossa vetrina sarà probabilmente uno sparatutto, Battlefield V, previsto in novembre, annunciato da Electronic Arts con un trailer sbalorditivo in questo senso.