Sei in Hi tech

ONLINE

Esports: la rinascita delle arti marziali da console

di Riccardo Anselmi

di Riccardo Anselmi -

10 agosto 2019, 20:05

Esports: la rinascita delle arti marziali da console

Appena una decina d’anni fa sembrava uno di quei generi condannati ciclicamente all’oblio. Anche le serie più famose arrancavano, tra il tramonto delle sale giochi per coin-op e la crisi del made in Japan (la scena di riferimento dove, a parte Mortal kombat e Killer instinct, sono praticamente nati tutti i big). Poi ci si è messo il boom degli esports, la ruota gira ed ecco risorgere i picchiaduro, in una veste che in effetti calza loro a pennello: quella competitiva dei tornei. Alcuni, come l’appuntamento americano dell’Evo, risalgono addirittura agli anni ’90. Ma è grazie alla popolarità globale raggiunta con lo streaming (una volta in Giappone i match salienti venivano raccolti in dvd) che i fighting game sono riusciti a valorizzare il proprio bacino di pubblico. 

Internet e gli esports hanno modificato in parte anche la forma delle arti marziali da console. Ogni titolo d’altronde è un po’ come una disciplina, su cui tanto gli spettatori amatori quanto i giocatori professionisti tendono concentrarsi per mesi, se non anni. Piuttosto che moltiplicare le uscite, oggi la tendenza delle major è quindi supportare a lungo ciascun capitolo, attraverso aggiornamenti online, che dovrebbero risolvere gli eventuali problemi di bilanciamento evidenziati accumulando esperienza agonistica, e contenuti scaricabili, che tengono vivo l’interesse dei fan aggiungendo per esempio nuovi personaggi in grado di offrire magari prospettivi inedite alle solite partite. 

Si tratta dalle strada maestra seguita anche dalla nipponica Bandai Namco, che proprio all’Evo 2019, andato in scena nei giorni scorsi a Las Vegas, ha annunciato i piani per i suoi nomi forti. Oltre all’arrivo di Janemba in Dragon ball fighterz direttamente dal film cult Fusion reborn, le anticipazioni hanno riguardato soprattutto Soul calibur VI e Tekken 7. Il primo, dopo il ritorno questa settimana di Cassandra, che chiude i contenuti del season pass 1, riceverà una seconda stagione di quattro personaggi, tra cui la guest star Haohmaru di Samurai shodown. Rinnovi anche in casa Tekken 7, con il via in settembre del season pass 3: si conoscono già due dei quattro personaggi previsti, Zafina e Leroy Smith. Il contenuti del season pass 3 accompagneranno il titolo verso la finalissima del Tekken world tour, in programma il 7 e 8 dicembre a Bangkok, in Tailandia.