Sei in Hi tech

videogame

L'adattamento di Blacksad premiato alla Gamescom. E torna anche Sokal

di Riccardo Anselmi

di Riccardo Anselmi -

25 agosto 2019, 19:58

L'adattamento di Blacksad premiato alla Gamescom. E torna anche Sokal

Alla Gamescom, la più grande fiera europea dedicata al digital entertainment andata in scena in questi giorni a Colonia, Blacksad: Under the skin ha ottenuto il premio come miglior action adventure, segnando il rilancio sul panorama internazionale di Pendulo studios. La longeva software house iberica, nata nel 1994, autrice “della prima avventura grafica mai realizzata in Spagna”, ossia Igor: Objetivo Uikokahonia, ha legato la sua popolarità al classico punta e clicca “Hollywood monsters”, presto assurto al rango di cult, ma soprattutto alle indagini spericolate della coppia di investigatori per caso formata dal fisico Brian Basco e dalla cantante Gina, protagonisti della trilogia Runaway. Le loro avventure successive, The next big thing e Yesterday, avevano ricevuto nel 2013 la nomination per la qualità della narrazione agli Igda awards di San Francisco. Adesso con Blacksad, capitolo originale ispirato all’omonimo fumetto degli spagnoli Juan Diaz Canales (sceneggiatore) e Juanjo Guarnido (disegnatore) pubblicato dall’editore francese Dargaud, si preannuncia un ulteriore passo nel percorso ultraventennale della casa di sviluppo, sorta dall’impegno di quattro amici accomunati dalla passione per le avventure grafiche, trasformate da passatempo preferito in professione. Da subito hanno definito alcuni elementi inderogabili nelle loro produzioni: lo stile da cartoon, un cromatismo d’effetto, l’attenzione ai dettagli, personaggi dalla decisa personalità, una miscela ben equilibrata tra i toni del thriller e della commedia. Ambientato nella New York degli anni Cinquanta, Blacksad rilegge l’epoca d’oro dei noir cinematografici attraverso una galleria di personaggi antropomorfi, a cominciare dal gatto-investigatore John Blacksad, che incarna le caratteristiche tipiche del detective hard boiled, alle prese con il lato oscuro del mondo dello sport. Il proprietario di una palestra di pugilato viene trovato assassinato, mentre una promessa del ring sparisce misteriosamente. In questo panorama di corruzione e criminalità al sagace John Blacksad arriva l’incarico di cercare di far luce sulla verità. Il videogame uscirà il 5 novembre per i tipi Microids, l’editore francese che ha appena svelato un altro importante ritorno, quello dell’affascinante Kate Walker, l’eroina creata da Benoit Sokal. “Syberia: The world before”, quarto episodio dell’acclamata avventura del fumettista belga, condurrà in un drammatico viaggio nei continenti, tra le tragedie del Novecento, in quelle atmosfere sospese nel tempo che hanno contribuito alla fortuna della saga, popolata di ingegnosi automi a celebrare la straordinaria capacità inventiva dell’uomo.