Sei in Hi tech

VIDEOGAME

Nintendo. L'estate di Mario tra gli origami

di Riccardo Anselmi -

19 luglio 2020, 19:56

Nintendo. L'estate di Mario tra gli origami

Correva l’anno 2000 quando in Giappone faceva il suo sfavillante debutto Paper Mario, incarnazione rpg del baffuto idraulico della Nintendo, alle prese con l’eterna missione di salvare la principessa Peach. A distanza di due decenni il nostro eroe è ancora qua, più in forma che mai, protagonista della nuova avventura Paper Mario: The origami king, dove ancora una volta la collaborazione con Intelligent systems è riuscita a reinventare un intero mondo, infondendo ulteriore linfa a un genere di successo. Un po’ come era avvenuto con Yoshi’s wolly world, che interpretava l’idea dei gomitoli di lana rendendoli la materia prima con cui è costruita l’ambientazione, tutta a maglia, con l’aggiunta di fili e di bottoni in tema, per Paper Mario l’ispirazione è arrivata dai fogli, prendendo spunto proprio dal nome della fortunata serie. 

È nato così Paper Mario: The origami king, dove paesaggio e personaggi sono realizzati utilizzando i principi dell’antica arte di piegare la carta, con la quale dar vita a una fantastica galleria di mostri da sconfiggere per arrivare al duello con il cattivo di turno, Olly, autoproclamatosi re degli origami. È lui ad aver magicamente trasformato tutto in un origami, portando via lo stesso castello della capricciosa Peach, dopo averlo sigillato in un viluppo di stelle filanti. Un’altra arma formidabile, in questo omaggio ricco di humour alla versatilità della carta, sono i coriandoli, capaci di rattoppare gli squarci che si aprono nei prati, interrompendo la sfrenata corsa di Mario sulle tracce dell’amata, in un’impresa che diventa anche un affare di famiglia. Ad aiutarlo ci sono infatti il suo smilzo fratello Luigi e la sorella minore di Olly, Olivia, mentre il perfido Bowser, messo all’angolo dal re degli origami, non se ne sta con le mani in mano e medita vendetta. 

Insomma, Mario & company avranno il loro bel daffare per riportare l’ordine in questo caos, dove perfino i simpatici funghetti Toad sono stati imprigionati sotto una cappa di cartapesta. Le battaglie, che si disputano in arene circolari, richiedono di risolvere veri rompicapo per identificare i punti deboli del nemico, complicando la faccenda e mischiando le regole tra gioco di ruolo e avventura. Come nella migliore tradizione Nintendo, Paper Mario: The origami king è comunque un titolo per divertire tutta la famiglia che strizza l’occhio anche ai cosiddetti casual gamer, coloro che non pigiano quotidianamente i tasti del controller, ma vogliono trascorrere qualche ora di svago, nell’incanto di una fiaba moderna dal piglio fresco e vivacissimo. 

Disponibile per Switch, la console ibrida della Nintendo, The origami king può accompagnarci ovunque, immergendo in un universo coerentemente allestito con semplici fogli di carta colorata, a dimostrazione di quanto possano essere ricche le risorse della fantasia applicata a un materiale umile, che ci circonda ogni giorno. Gli sviluppatori non a caso hanno sentito l’esigenza di partire da origami originali, mettendosi direttamente a manipolare la carta, così da conferire un tocco di autenticità in più al viaggio di Mario nelle meraviglie di una tecnica con la quale ci si può sbizzarrire a rappresentare qualsiasi cosa.