Sei in Hi tech

tecnologia

Difly: nasce a Parma il drone "cercadispersi" in montagna - Video

18 febbraio 2021, 14:35

Messo a punto un drone innovativo realizzato dalla società DIFLY di Parma in grado di effettuare la ricerca di persone disperse sotto le valanghe, grazie alla tecnologia ARVA e RECCO. L’utilizzo di droni consente un rapido intervento aumentando le chance di sopravvivenza delle persone coinvolte.

DIFLY SRL, società operante da anni nel settore droni innovativi e servizi aerei, ha messo appunto un drone in grado di effettuare una ricerca rapida delle persone disperse e coinvolti da incidenti causati da valanghe, sfruttando i segnali inviati dai sistemi ARVA e RECCO, già diffusi tra gli amanti della montagna. Il drone, pilotato da un operatore e a disposizione degli enti di soccorso, è in grado di offrire un pronto intervento su eventi montani scandagliando rapidamente tutto il fronte di valanga e aumentando notevolmente le possibilità di sopravvivenza degli escursionisti coinvolti.

E’ la prima volta in Italia che si utilizza un drone dotato di questa tecnologia per la ricerca di dispersi e le fasi sperimentali condotte questo inverno, integrando i suggerimenti sul campo forniti da esperti in ricerche e soccorso, hanno portato a risultati eccellenti in termini di precisione e velocità di ritrovamento. In particolare il drone è in grado di effettuare una scansione rapida di tutto il fronte individuando la presenza di soggetti sepolti dalla valanga grazie a ricevitori ARTVA e RECCO e alle potenti termocamere di bordo. Una volta individuato il disperso e le relative coordinate la squadra di soccorso è in grado di dirigersi sul posto con rapidità e precisione evitando perdite di tempo o inutili pericoli per i soccorritori. Inoltre il drone è utilizzabile anche di notte o con condizioni meteo avverse, quando i comuni elicotteri non possono volare. Attualmente il drone è in servizio di pronto intervento per le zone di Parma, Reggio Emilia e Modena ma l’azienda è pronta a dotare di questo sistema e formare i relativi piloti gli enti di soccorso di tutta Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA