Sei in Editoriale

EDITORIALE

Esecutivo istituzionale. Né tecnico, né partitico

di Domenico Cacopardo -

06 febbraio 2021, 08:46

Esecutivo istituzionale. Né tecnico, né partitico

Da ieri, i media discutono sul grande trilemma: governo tecnico, governo politico o governo tecnico-politico? Cerchiamo di fare chiarezza. Il capo dello Stato ha incaricato Mario Draghi di costituire un governo istituzionale di alto profilo. Le parole tecnico e politico non compaiono nel comunicato del Quirinale né in alcuna dichiarazione del premier incaricato.
Allora? Allora, è ovvio che qualsiasi governo è un governo politico: non ci piove. Perciò, quando Giuseppe Conte, nel teatrino di Piazza Colonna, ha chiesto un governo tecnico-politico non chiedeva altro che un governo tecnico-partitico. Cioè con rappresentanti scelti dai partiti. Le esperienze del passato in materia non sono mai state positive e Mario Draghi non piove dal cielo ma da importanti esperienze alla testa di istituzioni cruciali. Non è ingenuo, né inesperto né sprovveduto.
Costituirà, quindi, un governo istituzionale (che promana dal presidente della Repubblica) di alto profilo. Se ci sarà qualche politico, non deriverà da designazioni di partiti, ma dalla libera scelta del premier.
www.cacopardo.it