×
×
☰ MENU

Una guida sicura per tutti noi

Una guida sicura per tutti noi

di Paolo Andrei

01 Ottobre 2021,08:30

Lunedì prossimo  sarà un giorno speciale per l’Università di Parma e, mi sento di dire, per tutta la nostra città. Quel giorno l’Ateneo conferirà, infatti, la Laurea magistrale ad honorem in «Relazioni internazionali ed europee» al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in una cerimonia che si annuncia particolare già per il luogo in cui si svolgerà: la restaurata Chiesa di San Francesco del Prato che nella ricorrenza dedicata proprio a San Francesco ospiterà il nostro tributo al Capo dello Stato.
Quel luogo che rinasce, riparte, dopo tanto tempo, porta in sé anche un forte significato simbolico, considerato il periodo che stiamo attraversando e il recente passato che così aspramente ha provato tutti noi, le nostre vite, le nostre famiglie, le nostre relazioni.
 

Dopo quasi due anni di pandemia, una pandemia durissima per sconfiggere la quale ci auguriamo di avere imboccato la strada giusta, l’Università ha ripreso le proprie attività in presenza, riassaporando la bellezza della vita di confronto e di relazione che costituisce l’essenza più piena dell’esperienza universitaria. Ma insieme all’Università sta ripartendo l’intero Paese, che nei tempi più difficili ha sempre trovato nel Presidente della Repubblica un punto di riferimento forte, autorevole e vicino alle persone e che ora, con rinnovata fiducia, è pronto per riprendere con sicurezza la strada interrotta. Anzi lo sta già facendo, puntando molto su quel Pnrr che “declina” in ambito nazionale le opportunità offerte dal Next generation Eu, tante volte citato dallo stesso Capo dello Stato come grande occasione per investire sul futuro dell’Europa e degli Stati membri.
Il Next generation Eu ci porta all’Europa, alla casa comune che per il Presidente della Repubblica è un quadro irrinunciabile: cornice feconda e “attiva” delle singole realtà nazionali, da costruire e rafforzare ogni giorno contro i rischi di disillusione e di allontanamento dai suoi valori e dalle sue radici ideali. I richiami del Presidente a quegli stessi valori, così come i suoi riferimenti costanti ai princìpi della nostra Costituzione di cui si è fatto portatore in tutta la sua vita, sono due fulcri ideali del suo pensiero e del suo agire nelle diverse e importantissime cariche istituzionali che ha ricoperto.
Non è la prima volta che Sergio Mattarella onora della sua presenza l’Università di Parma da quando ricopre la più alta carica dello Stato italiano. Poco meno di due anni fa lo avemmo ospite d’onore dell’inaugurazione dell’anno accademico, in un’intensa cerimonia all’Auditorium Paganini che tutti ricordiamo. La cerimonia era dedicata allo sviluppo sostenibile, vera e propria “chiave” strategica del nostro tempo, e anche in quell’occasione seppe illuminarci con parole di estrema e lucida lungimiranza: le parole di una guida. Proprio questo il Presidente rappresenta per tutti noi: una guida sicura, una persona che, con la misura e l’autorevolezza che le sono proprie, ha costituito da sempre un punto di riferimento e una garanzia per noi e per il Paese.
La Laurea in «Relazioni internazionali ed europee» che gli sarà conferita lunedì prossimo vuole essere un omaggio alla sua figura e al contributo fondamentale che ha saputo offrire e offre alla vita democratica del Paese, allo spirito di servizio che ha sempre connotato la sua azione, e anche un segno di affetto, riconoscenza e gratitudine. Sarà una festa per tutti noi: per l’Università e per la città. Una festa per il nostro Presidente!

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI