12°

26°

dialetto

Famija pramzana porta al Regio «Peppino Verdi»

Famija pramzana porta al Regio «Peppino Verdi»
Ricevi gratis le news
0

 

Nell’anno del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi il Teatro Regio apre le porte alla commedia dialettale: lo spettacolo «Peppino Verdi», ambientato ai tempi e tra i conoscenti di Giuseppe Verdi, torna ad essere portato sulla scena grazie alla compagnia dialettale della Famija Pramzana, diretta dal regista Franco Greci, e sarà rappresentata sul prestigioso palco del Teatro Regio, domani, alle 15.30.
La manifestazione è stata presentata dal sindaco in un incontro in Municipio, al quale sono intervenuti dirigenti e attori del sodalizio organizzatore: «Questa –  ha affermato Pizzarotti – è una bella occasione per riportare al Regio una delle nostre compagnie teatrali più prestigiose. Rappresentare in questo teatro una commedia dedicata a Giuseppe Verdi in occasione del bicentenario è motivo di orgoglio anche per il Comune, che ha sostenuto e patrocinato l’iniziativa, anche come strumento per valorizzare le nostre tradizioni che la Famija tiene vive». Soddisfatti anche dirigenti e attori della Compagnia organizzatrice: «Siamo felicissimi di tornare al Teatro Regio dopo 12 anni – hanno affermato il presidente del Circolo Giuseppe Fava e il capocomico Franco Greci, regista dello spettacolo – e soprattutto ci fa piacere avere al nostro fianco il Comune. La prevendita è a buon punto e siamo ormai certi che domenica il teatro sarà pieno. Non è cosa da poco per una compagnia dialettale». E’ prevista la partecipazione straordinaria del coro della Corale Verdi, e ci sarà un suggeritore d’eccezione, il Dsèvod Maurizio Trapelli.  
Scritta e interpretata la prima volta nel 1938 da Italo Clerici e Romano Preti e ripresa nel 2001, per il centenario della morte del compositore bussetano, la commedia si svolge nel 1824 (primo atto) dove Verdi (che non si vede mai) ha 11 anni ed è temporaneamente ospitato dalla famiglia di Pugnatta, calzolaio di Busseto con la passione della musica e di Napoleone.
Il secondo e terzo atto sono ambientati dieci anni dopo: Verdi è in corsa per diventare maestro di cappella di Busseto e si intrecciano varie storie parallele per una commedia brillante, anche se con una spiccata matrice storica.
L’ingresso è «a pressi popolar»: 20 euro la platea, 15 i palchi e 8 la galleria.
Nell’anno del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi il Teatro Regio apre le porte alla commedia dialettale: lo spettacolo «Peppino Verdi», ambientato ai tempi e tra i conoscenti di Giuseppe Verdi, torna ad essere portato sulla scena grazie alla compagnia dialettale della Famija Pramzana, diretta dal regista Franco Greci, e sarà rappresentata sul prestigioso palco del Teatro Regio, domani, alle 15.30.La manifestazione è stata presentata dal sindaco in un incontro in Municipio, al quale sono intervenuti dirigenti e attori del sodalizio organizzatore: «Questa –  ha affermato Pizzarotti – è una bella occasione per riportare al Regio una delle nostre compagnie teatrali più prestigiose. Rappresentare in questo teatro una commedia dedicata a Giuseppe Verdi in occasione del bicentenario è motivo di orgoglio anche per il Comune, che ha sostenuto e patrocinato l’iniziativa, anche come strumento per valorizzare le nostre tradizioni che la Famija tiene vive». Soddisfatti anche dirigenti e attori della Compagnia organizzatrice: «Siamo felicissimi di tornare al Teatro Regio dopo 12 anni – hanno affermato il presidente del Circolo Giuseppe Fava e il capocomico Franco Greci, regista dello spettacolo – e soprattutto ci fa piacere avere al nostro fianco il Comune. La prevendita è a buon punto e siamo ormai certi che domenica il teatro sarà pieno. Non è cosa da poco per una compagnia dialettale». E’ prevista la partecipazione straordinaria del coro della Corale Verdi, e ci sarà un suggeritore d’eccezione, il Dsèvod Maurizio Trapelli.  Scritta e interpretata la prima volta nel 1938 da Italo Clerici e Romano Preti e ripresa nel 2001, per il centenario della morte del compositore bussetano, la commedia si svolge nel 1824 (primo atto) dove Verdi (che non si vede mai) ha 11 anni ed è temporaneamente ospitato dalla famiglia di Pugnatta, calzolaio di Busseto con la passione della musica e di Napoleone.Il secondo e terzo atto sono ambientati dieci anni dopo: Verdi è in corsa per diventare maestro di cappella di Busseto e si intrecciano varie storie parallele per una commedia brillante, anche se con una spiccata matrice storica.L’ingresso è «a pressi popolar»: 20 euro la platea, 15 i palchi e 8 la galleria.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Avicii - Best moments live

MUSICA

Avicii, best moments live: i concerti più belli del dj svedese Video

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

serie tv

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

Star Smallville incriminata per traffico sessuale

televisione

Star di "Smallville" incriminata per traffico sessuale

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

INCIDENTI

Schianto in tangenziale nella notte: in quattro all'ospedale

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

Calcio

Parma, tre punti costosi

cosa fare oggi

Domenica al profumo di fiori e di prugnoli: l'agenda

METEO

Caldo anomalo, 30 gradi in città

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

2commenti

scomparso

San Secondo, Claudio non si trova. Chi l'ha visto?

SALSO

Ex Tommasini, pronte cucine e laboratori per l'alberghiero

Intervista

Mara Redeghieri: «Recidiva e resistente in piazza Garibaldi»

2-1 al Carpi

Parma, tanto cuore per tornare al secondo posto. E lunedì tocca al Frosinone Risultati e classifica

"Vittoria incerottata e sofferta: 3 punti findamentali", Videocommento di Grossi - Barillà: "Vitoria dedicata a Lucarelli e Munari" Video

6commenti

serie b

D'Aversa: "Restiamo con i piedi per terra" Video

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

polizia

Il market dello spaccio? Installato nel greto della Parma. Cinque in manette Video

In tutto 13 arresti e oltre 65 chili di droga sequestrati

9commenti

Ospreys 37-14

Le Zebre chiudono (in casa) con una vittoria

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Intese difficili. La prossima settimana è decisiva

di Domenico Cacopardo

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

FURTI

Romano Prodi è dal Papa, i ladri svaligiano la sua casa a Bologna

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

SPORT

MotoGp

Marquez penalizzato: da primo a quarto in griglia

GAZZAFUN

Parma-Carpi 2-1: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GAZZAFUN

“La morta in Tär" e le belle storie in dialetto: rispondi al nostro quiz

Gran Bretagna

Star e colpi di cannone per il compleanno di Elisabetta

MOTORI

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover