Eventi

Dorothy nel «Tempo dell'altrove»

In scena venerdì e sabato

  • DATA - ORA INIZIO:10/05/2014 21:15
  • DATA - ORA FINE:11/05/2014 23:30
Dorothy nel «Tempo dell'altrove»

Debutta venerdì e sabato alle 21,15 al Teatro Europa «Il tempo dell'altrove», la nuova produzione di Europa Teatri per la stagione serale 2013/14, frutto della residenza artistica offerta agli interpreti dall'associazione di via Oradour: l'opera è liberamente tratta da «Il meraviglioso mago di Oz» di L. Frank Baum, per la regia di Ilaria Gerbella (drammaturgia di Elisa Longeri e Ilaria Gerbella, luci Lucia Manghi, musiche originali di Patrizia Mattioli, costumi di Silvana Gandolfi, in scena Aldo Cero, Patrizia Dall’Argine, Elisa Longeri, Carlo Andrea Oddi, Boris Pesci e Marco Scortichini).
La vicenda del celebre romanzo che racconta le avventure di Dorothy e dei suoi compagni - che ha ispirato anche il famosissimo film con Judy Garland - acquista ne «Il tempo dell'altrove» le tinte dell'onirico, luogo dove l’illusione e l’irrazionalità spesso si fanno gioco del sognatore. Lo spettacolo, come il romanzo, inizia con un smarrirsi e un viaggio; ma per la giovane Dorothy e per le tre tormentate figure che l'accompagnano il percorso lungo la strada di mattoni gialli si trasforma nella ricerca del proprio compimento, della propria essenza: attraversano incubi e visioni grottesche, si perdono, e nel perdersi la protagonista supera la soglia che dà accesso all'altrove... passa da un mondo all’altro, e come tutti gli iniziati subisce una trasformazione.
Qui si opera una metamorfosi: in questo mondo in cui regnano Incubo/Oz e Natura/Strega, Dorothy prenderà consapevolezza e diventerà adulta. La ricerca di cuore, coraggio e intelligenza, ma anche e soprattutto il ritorno a casa che la protagonista desidera con tutta sé stessa, tracciano come archetipi la via, il passaggio dall'infanzia, tempo di innocenza, ma anche di paure, all'adolescenza, con le sue avventure e la sua ricerca di identità e radici, fino all'età adulta, momento in cui si abbandona l'egoismo per fare spazio alla saggezza, all'empatia, alla compassione.
Lo spettacolo Il tempo dell'altrove - come la performance «DreaMachine» che lo ha preceduto e annunciato - mette in scena l'estetica e le suggestioni di un circo di inizio secolo: l'aria densa, le luci accecanti, le musiche sorprendenti, il grottesco dei freak e l'ostentata sicurezza degli imbonitori. Su questa affascinante atmosfera si innestano i colori dell'opera alchemica: il nero, il rosso e il bianco che da sempre simboleggiano le fasi della trasformazione, su cui spicca la luce dell'oro.
Ingressi: intero 10 euro, ridotto 8, professional 6. Per informazioni e prenotazioni: tel. 0521.243377, mail europateatri.pr@gmail.com.